Aria di fogna

Riprendo il commento di Dn.Br. e lo pubblico come post perché mi sembra troppo importante non lasciar cadere questi argomenti, soprattutto dopo aver riscontrato l’assenza dell’interrogazione in questione dall’ordine del giorno del Consiglio Comunale del prossimo 15 settembre. Inutile dire che lo condivido e sottoscrivo in toto.

E’ un’aria che sa di fogna quella che si respira attorno all’amministrazione comunale di Lonate Pozzolo. Questo è ciò che ho gridato nel Consiglio Comunale di giovedì 29-luglio 2010 in risposta al Sindaco che definiva (senza dirlo esplicitamente) i miei commenti su questo blog “aria fritta”.
Guardiamo i fatti.
C’è un’interrogazione del gruppo dei Democratici Uniti che chiedono chiarimenti sulle dichiarazioni dell’assessore Rivolta rilasciate alla stampa. Dichiarazioni gravi e pesanti proprio nei confronti del Sindaco e della passata Giunta. Dunque è come se quell’interrogazione l’avesse suggerita Rivolta stesso.
Il Sindaco, furbescamente, in spregio al regolamento del consiglio comunale, non inserisce l’interrogazione nell’ordine del giorno ma la tratta all’interno del punto esclusivamente a Lui riservato delle comunicazioni. Ciò significa che ha sottratto il tempo riservato agli interroganti, che hanno il diritto di illustrazione e di replica. Ma il fatto più grave è che in questo modo non ha informato la popolazione della trattazione dell’argomento posto dall’interrogazione. E’ questa la chiarezza nei confronti dei cittadini?
Quello del Sindaco è stato un monologo. Era evidente la paura dell’eventuale presenza di pubblico.
E’ stato un atteggiamento arrogante e di disprezzo verso chi ha il diritto di sapere.
Delle tante parole dette, nemmeno una spesa per chiarire le dichiarazioni del “Suo” assessore.
Nell’esposizione del Sindaco si possono cogliere una serie di contraddizioni che devono far riflettere profondamente. Le risposte non fanno altro che aumentare la coltre di nebbia sul periodo del primo mandato amministrativo 2004/2009. Inevitabilmente, generano una serie di ulteriori domande alle quali, un Sindaco che richiama costantemente la trasparenza, risponderebbe senza farsele porre.
Questa l’interrogazione. Sia la premessa che le domande vengono lette dal Sindaco stesso.

Continua a leggere “Aria di fogna”

Registrazione del Consiglio Comunale del 29/30 aprile 2010

Seduta di giovedì 29 aprile 2010.

  • Approvazione verbali sedute del 24.03.2010 e 25.03.2010. [… non l’ho registrato … sorry!].
  • Comunicazioni del Sindaco [mp3 N02].
  • Approvazione programma triennale delle opere pubbliche 2010/2012 ed elenco annuale 2010 [mp3 N03].
  • Addizionale comunale all’imposta sul reddito delle persone fisiche – conferma disciplinare e aliquota [mp3 N04].
  • Approvazione bilancio di previsione 2010 – relazione previsionale e programmatica 2010/2012 – bilancio pluriennale 2010/2012 – Piano generale di sviluppo e allegati.
  • Interrogazione Prot. Num. 6564 del 18.03.2010 “Consiglieri Rosa, Ferrario, Iannello, Buonanno” ad oggetto: Interrogazione Misure inquinanti [mp3 N06].
  • Interrogazione Prot. Num. 8587 del 09.04.2010 “Consigliere Armando Mantovani” ad oggetto: Rifacimento Videosorveglianza [mp3 N07].

Seduta di venerdì 30 aprile 2010.

Seduta di lunedì 3 maggio 2010.

  • Mozione Prot. Num. 8586 del 09.04.2010 “Consigliere Armando Mantovani” ad oggetto: Incontro con Italcogim del 08.04.2010 [mp3 N12b] (mi spiace … per un errore del tecnico audio è saltata la registrazione della parte successiva alla sospensione. Ho recuperato solo un’immagine della mozione definitiva e approvata all’unanimità: la trovate a questo link).

Ma… il PGT dov’è?

A me continua a lasciare terribilmente perplessa il “prestampato che invitava i cittadini proprietari di terreni a formulare le loro richieste”.

Mi stupisce anche che non si sottolinei con più forza un’anomalia che spero essere solo di questo Comune: il parere si chiede solo ad alcuni cittadini. Gli altri… e beh, che si arrangino, il territorio del Comune non è mica loro…

Vien quasi da essere maligni e pensare che quelle richieste poi siano finite tutte nello stesso raccoglitore… e non all’Ufficio Tecnico.

La Prealpina del 2 marzo 2010
La Prealpina del 2 marzo 2010