Mozione assurda

Approda anche a Lonate Pozzolo, con notevole ritardo rispetto alla discussione già avvenuta in parecchi comuni e in Regione Lombardia, la mozione sulla fantomatica teoria o ideologia del gender.

Una teoria definita correttamente “truffa culturale” dal Ministro della Pubblica Istruzione Giannini. Una teoria che esiste solo nella mente di chi vi si oppone, creata ad arte per suscitare paura e confusione.

La mozione presentata a Lonate Pozzolo da Armando Mantovani, per il tramite del forse inconsapevole Consigliere Migliorin non è altro che il solito tributo che la Giunta lonatese deve pagare alla Lega. Il capogruppo di maggioranza appone la sua firma su testi preparati da altri, non certo a livello comunale, e si fa paladino delle battaglie di altri.

Invece di pensare ai reali problemi delle persone (lavoro, casa, necessità sociali, …), invece di occuparsi di ciò che è di effettiva competenza comunale, si dà retta ai falsi problemi di chi ha deciso di agitare e preoccupare l’opinione pubblica creando problemi inesistenti per poi ergersi a salvatore della patria.

I toni poi sono estremamente preoccupanti. Si parla di censura, di eliminare libri dalla biblioteca (ricorda qualcosa un rogo di libri?), di fare piazza pulita dei libri che trattino argomenti diversi da quelli che garantiscono un’educazione “naturale e tradizionale” (e questo cosa vorrebbe dire?).
Si parte da premesse false e mal circostanziate, non verificabili, inventandosi una teoria pseudoscientifica per poi darle contro.
Sono proprio gli ambienti scientifici (ambiti accademici, Ordini degli Psicologi e così via) che affermano che niente di tutto ciò esiste e che si è montata una campagna mediatica con scopi evidentemente diversi dalla presunta protezione dei bambini e dei ragazzi.
Non a caso questi argomenti sono stati portati all’attenzione mediatica, in maniera artificiosa, quando si discuteva di diritti civili e della possibilità di unioni civili anche per persone dello stesso genere. E la stessa cosa, non a caso, è successa in altri Paesi, come la Francia.

Ma com’è nata la fuffa della teoria gender?
Innanzitutto gender semplicemente significa genere. E’ il solito termine usato all’inglese perché fa scena e perché richiama termini che possono inquietare qualcuno.
Gli “studi di genere” sono studi delle scienze umane e sociali che interpretano le differenze tra i generi all’interno dell’organizzazione sociali. Non si sta certo parlando di materie scolastiche destinate alle scuole primarie, ma di argomenti trattati a livello accademico.

Per i motivi opportunistici visti prima, si è pensato di diffondere l’idea che nelle scuole si volesse insegnare a scegliersi il proprio genere di appartenenza (come se peraltro fosse possibile…), male interpretando, volutamente, l’articolo della Legge 107 del 2015 (cosiddetta della “Buona scuola”) che si propone di combattere le discriminazioni:
16. Il piano triennale dell’offerta formativa assicura l’attuazione dei principi di pari opportunità promuovendo nelle scuole di ogni ordine e grado l’educazione alla parità tra i sessi, la prevenzione della violenza di genere e di tutte le discriminazioni, al fine di informare e di sensibilizzare gli studenti, i docenti e i genitori sulle tematiche indicate dall’articolo 5, comma 2, del decreto-legge 14 agosto 2013, n. 93, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 ottobre 2013, n. 119.
Le tematiche richiamate da questo articolo sono semplicemente quelle di prevenzione della violenza di genere e di ogni discriminazione.

Non trovo nulla di quanto indicato nella premessa della mozione presentata. “…pretesa di rieducazione dei bambini…”, “…riformatori sociali…”? Ma stiamo scherzando???
Peraltro quasi un intero anno scolastico è passato e non mi sembra che sia successo nelle scuole nulla di quanto paventato.
Si tratta solo di creare allarmismo e paura per condizionare l’opinione pubblica e ottenere consenso.

Non so se varrà la pena stare in Consiglio Comunale a discutere del nulla con persone che in nome delle proprie ignoranti e oscurantiste convinzioni fanno discriminazione contro l’intelligenza degli altri.

Se la mozione sarà approvata e verrà pertanto attuata una forma di censura arbitraria, si valuterà se questo vergognoso testo oltre che assurdo sia anche legalmente inammissibile, con le dovute conseguenze.

Nadia Rosa

La Prealpina del 27 marzo 2016
La Prealpina del 27 marzo 2016
Annunci

4 thoughts on “Mozione assurda”

  1. PS Sarebbe opportuna un po’ più di attenzione da parte de La Prealpina nella scelta delle foto da abbinare agli articoli.

  2. Questa sera sarò impegnato in una lezione sulla Brughiera e la sua Biodiversità presso il Circolo Gagarin di Busto Arsizio per cui non potrò essere presente al Consiglio Comunale.
    Erano mesi che questa mozione, vergognosamente razzista omofoba e ignorante, circolava nei vari Comuni. Ho sperato che nella maggioranza che governa Lonate Pozzolo ci fosse rimasto qualcuno con del “sale in zucca” e che evitasse di sprecare del tempo per affrontare questo tema. E invece no.
    Che dire la teoria gendere non esiste, è solo una perversa macchinazione omofoba e oscurantista ben peggiore di quella usata nei processi alle streghe. La Comunità scientifica si è chiaramente espressa dicendo che questa teoria è un mix di ignoranza e pressapochismo scientifico e che non esiste. Per cui di cosa si preoccupa la maggioranza di Lonate? Quale sarebbe questa paura?
    Si è voluto interpretare male un articolo di legge che dice che bisogna insegnare ai bambini fin dalla più tenera eta a non discriminare nessuno, perchè siamo tutti individui UGUALI che godono degli stessi diritti e che quindi omofobia e bullismo sono fenomeni che la scuola deve eliminare. E la forma migliore per eliminare queste differenze è appunto insegnare l’UGUAGLIANZA e il RISPETTO.
    Dobbiamo avere paura dell’UGUAGLIANZA e del RISPETTO? A leggere la mozione la risposta è SI.

    La mozione passerà con i voti della maggioranza. Mi farebbe piacere sapere e capire se qualcuno di loro ha capito cosa voterà stasera, oppure se alzeranno la mano spegnendo il cervello.
    Speravo che al Consiglio Comunale di Lonate, fosse evitata questa figuraccia e invece no…
    Ha ragione Nadia quando scrive “Non so se varrà la pena stare in Consiglio Comunale a discutere del nulla con persone che in nome delle proprie ignoranti e oscurantiste convinzioni fanno discriminazione contro l’intelligenza degli altri.”

    Ecco, per quanto possa valere il mio consiglio, invito Nadia, Luca e Alessandro ad abbandonare la seduta del Consiglio Comunale durante la discussione della mozione, lasciando la maggioranza a bearsi della propria ignoranza e del proprio oscurantismo!

  3. Ma alla fine del Consiglio Comunale faranno anche un rogo con i libri da censurare???
    Se così fosse, per la Gioebia siete in ritardo, e comunque recordo che ci vogliono i permessi da richiedere a tempo debito, pagando le relative marche da bollo.

    Scherzi a parte, mi chiedo:
    1 – ma Mr. Migliorin, si rende conto di cosa firma e presenta ???
    2 – ma NON è ridicolo, nel 2016, far ronzare ancora così a vuoto le teste ed i cervelli ???
    Si parla di una mozione sul NULLA (come è spiegato in un altro commento), quindi in realtà qualsiasi “decisione” potrà esser presa…. sarà di conseguenza NULLA.
    Mi sarei permesso io di consigliare agli esponenti delle minoranze di abbandonare la seduta, ma vedo che l’idea non è solitaria, e spero sia attuata. Visto che NON c’è dialogo, e non si può discutere del NULLA.
    IO stesso BOICOTTERO’ l’adunanza. Infatti, per aver di meglio da fare ci vuole poco.
    Inoltre, sui “temi caldi” mi ritengo già informato avendo partecipato ad un paio di Commissioni, fra l’altro una delle quali A PORTE CHIUSE IN FACCIA AI CITTADINI, ma questo è un altro tema che approfondirò prossimamente.

    Cordialità a chi legge.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...