Lavoriamo per Lonate

179 voti sono un soffio.
E per quel soffio abbiamo perso questa sfida, nella quale abbiamo dato il meglio di noi stessi per portare a Lonate un rinnovamento.

2112 voti invece sono tanti, anche se non sono stati sufficienti. Ed è per questi 2112 lonatesi, per le loro 1303 (!!) preferenze espresse che tutto il nostro gruppo proseguirà il lavoro, con lo stesso impegno profuso negli ultimi sei mesi con la preparazione della lista e del programma elettorale.
Un lavoro che speriamo possa riportare anche la fiducia e il ritorno al voto di chi ha scelto di non scegliere.

E no, noi non staremo zitti come l’anonimo autore di post sul sito dell’UDC richiede. Comodo nascondersi dietro l’anonimato, vero?
Comodo dire che sarete l’amministrazione di tutti per poi imporre il silenzio a chi non è d’accordo con voi (e che per questo viene subito etichettato come “malalingua”), vero?

L’abbiamo detto fin dall’inizio: il nostro obiettivo era costruire qualcosa per cui i lonatesi tornassero a dirsi orgogliosi di vivere a Lonate.
Non saranno quei 179 voti a impedirci di portare avanti le nostre idee: faremo un’opposizione intransigente, con responsabilità e impegno, perché Lonate si merita di più.

Questa elezione ci ha riportato indietro nel tempo, a una politica vecchia e clientelare che non può portare nulla di buono, che bada agli interessi personali degli amici invece di impegnarsi per il bene di tutti e per una crescita sociale e culturale che tanto sarebbe necessaria. Un’occasione perduta per tutto il paese.

Noi tutti insieme, giovani e meno giovani, continueremo a proporre la nostra idea di rinnovamento e di cambiamento, con la certezza che l’appuntamento è soltanto rimandato.

manifesto-du-ringraziamenti