Il nostro programma – Legalità e sicurezza

lp2014.itIl programmaLa squadra

Amministrare in modo trasparente, senza situazioni di conflitto di interesse.

Combatteremo qualsiasi conflitto di interesse: non dovrà esistere neppure il sospetto di un vantaggio personale o familiare nelle decisioni prese dall’amministrazione.

Verranno rispettate ovviamente tutte le regole ma si eviteranno anche le situazioni che, pur restando nei limiti della legge, risultano eticamente discutibili.

Amministreremo con diligenza, lealtà, onestà, trasparenza, correttezza e imparzialità.
Abbiamo aderito alla campagna promossa dall’associazione Libera denominata “Riparte il futuro“, che persegue i nostri stessi obiettivi: combattere la corruzione, evitare i conflitti di interesse, dare maggior trasparenza all’attività dell’amministrazione comunale, rendere i bilanci comprensibili a tutti e così via.

Praticare la legalità, osservare le norme che regolano la vita civile, e pretendere che siano rispettate da tutti i cittadini.

Monitorare le situazioni di disagio dovute a maleducazione e comportamenti incivili e attuare interventi concreti in collaborazione con la Polizia Locale per ripristinare quello che è il corretto vivere civile.
Per esempio: i parcheggi selvaggi in Piazza Sant’Ambrogio, la difficile gestione della piattaforma ecologica, l’abbandono di rifiuti per le strade e nei boschi, ecc.
Occorre recuperare il senso civico e superare la mentalità ormai diffusa del badare solo al proprio orticello: gli spazi pubblici sono di tutti e da tutti vanno rispettati.

Valorizzare il ruolo delle forze di sicurezza presenti sul territorio e sviluppare una vera e concreta collaborazione tramite il coordinamento con le associazioni e i cittadini, con l’obiettivo di una sicurezza partecipata e solidale.

Quello che faremo sarà rendere l’amministrazione comunale parte attiva per realizzare un maggior coordinamento tra le Forze dell’Ordine operanti sul territorio, in modo da avere un monitoraggio della situazione che sia il più completo possibile. Questo si concretizzerà con riunioni periodiche degli addetti ai lavori che condividano le informazioni con l’assessore competente e le rendano più produttivamente utilizzabili.

Il secondo passo è condividere gli esiti di queste riunioni. La conoscenza delle criticità verrà divulgata in assoluta trasparenza. In questo modo si avrà una maggior consapevolezza di ciò che succede in paese, sia per quello che riguarda i fatti avvenuti, sia per quello che riguarda gli interventi messi in atto per contrastarli.

Il tutto in un quadro di una rinnovata cultura della sicurezza e del rispetto delle regole, in collaborazione anche con le scuole, con il gruppo per la legalità e tutti coloro che vogliono collaborare a creare una situazione di sicurezza partecipata, con l’obiettivo di prevenire qualunque comportamento illecito, piccolo o grande che sia, dal furto di bicicletta alla malavita organizzata.

Individuare strumenti operativi in collaborazione con gli organi di magistratura per scongiurare le infiltrazioni mafiose nei cantieri e negli appalti pubblici.

Il nostro territorio è stato purtroppo coinvolto in situazioni di illegalità e criminalità e non bisogna abbassare la guardia.

Per questo ci proponiamo di:
– Proseguire l’attività del gruppo di lavoro sulla legalità, con una più stratta collaborazione con le realtà associative già impegnate su questo fronte (“Ammazzateci tutti”, “Libera”, ecc.). Valutarne anche la trasformazione in un organismo comunale permanente, come una Commissione extraconsiliare, purché non perda la sua caratteristica di concretezza nell’organizzazione delle iniziative.
– Favorire un percorso di condivisione con i Comuni limitrofi e con tutte quelle realtà coinvolte dalle infiltrazioni mafiose (es. Legnano, Buccinasco, ecc.) per organizzare una “rete antimafia” delle Amministrazioni Comunali, valorizzando le esperienze positive realizzate in questi anni.
– Individuare strumenti operativi (Convenzioni, Protocolli di Intesa, ecc.) con Prefetture, Questure e/o Procure della Repubblica per monitorare le gare d’appalto e i bandi affinché siano scongiurate le infiltrazioni mafiose nei cantieri e negli appalti pubblici indetti dal Comune di Lonate Pozzolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...