Mille anni

A volte la giustizia italiana funziona: sono bastati quattordici mesi dagli arresti per arrivare alle condanne del processo “Infinito”. Quasi mille anni di condanne inflitte agli accusati.
La sentenza dimostra che “la Lombardia è già da tempo sede stanziale di gruppi organizzati anche con modalità militare, che rivendicano e purtroppo realizzano un controllo del territorio antagonista a quello dello Stato“.
La notizia che parla di Lonate Pozzolo è uscita su VareseNews (“‘Ndrangheta lonatese assolta? Solo per chi non conosce il latino“) ed è collegata a un altro articolo in cui viene presentata la situazione complessiva delle condanne (“Maxiprocesso ‘ndrangheta in Lombardia, 110 le condanne“).
Anche sul Corriere della Sera di oggi è uscito un articolo che commenta la condanna (“Mille anni alla ‘ndrangheta del Nord – Condannati 110 affiliati alle cosche“) e in cui si sottolinea anche che la sentenza riconosce il danno di immagine per i comuni che si sono costituiti parte civile: ci sono Pavia, Bollate, Paderno, Desio, Seregno e Giussano … inutile chiedersi come mai Lonate Pozzolo non sia compreso in questo elenco, la risposta l’ha già data il primo cittadino a fronte di un’analoga questione già sollevata in occasione della sentenza Bad Boys: “il gioco non valeva la candela“, un avvocato ingaggiato per la costituzione di parte civile, sarebbe costato troppo al Comune, più dei 10’000 euro riconosciuti come provisionale nella sentenza Bad Boys. Questo quanto sostenuto dal Sindaco, ma io continuo ad avere dei dubbi sulla validità di questa posizione: chiederò informazioni ai miei amici avvocati.

VareseNews del 20.11.2011
VareseNews del 20.11.2011
Corriere della Sera del 20.11.2011 - pag 27
La Provincia del 20 novembre 2011
La Provincia del 20 novembre 2011
PS Questa volta aggiungo anche la colonna sonora: cento passi

1 commento su “Mille anni”

  1. Già in precedenza su altri post, avevo sottoscritto il dubbio di The Jack circa il fatto che il Comune di Lonate Pozzolo non avesse fatto richiesta per diventare parte civile nei processi di mafia. Le risposte avute allora dal nostro sindaco mi lasciarono come cittadino alquanto perplesso e basito.
    Sicuramente The Jack i tuoi amici avvocati ti diranno che una richiesta da parte dei Comuni era sacrosanta e anche praticamente fattibile, come in tutte le cose bisogna avere la volontà di fare. In questo caso ci deve essere una volontà politica che forse manca, e personalmente ritengo questa cosa decisamente triste e sconsolante.
    La somma delle condanne è un numero enorme, mi piacerebbe sapere cosa ne pensano l’ex Sindaco di Milano Letizia Moratti o il Prefetto di Milano che nel corso del 2010 e del 2011 si sono prodigati nell’affermare che la Mafia al Nod non esiste. Oppure l’ex Ministro degli Interni che era voluto fortemente intervenire da Fabio Fazio per rispondere a Saviano, affermando che al Nord dove governa la Lega la mafia non esiste.
    Ora i numeri delle condanne, ma a questi numeri non ci si deve fermare, da questi numeri bisogna partire con più forza e più vigore nella grande battaglia per riaffermare e ristabilire la cultura della legalità in tutti i cittadini.
    Noi come Democratici Uniti continueremo su questo sentiero della cultura della legalità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: