SEA vs Quintavalle

La Prealpina - 22.09.2011
La Prealpina - 22.09.2011

Dopo la “lettera al territorio” del presidente Bonomi e la replica di Umberto Quintavalle interviene anche Claudio Del Bianco, direttore delle relazioni esterne di SEA, a precisare ulteriormente alcuni punti in una lettera riportata su La Prealpina del 22 settembre.

Mi permetto di riprendere alcuni spunti:

  1. Non mi interessa discutere del progetto originario di Malpensa 2000 perché da allora ricordo almeno due de-hubbing: quello di Alitalia e quello di Lufthansa. Non so se si possono definire “fallimenti” di Malpensa, ma certo non li si può annoverare tra le iniziative di successo dello scalo.
  2. Per quanto riguarda la terza pista (e, soprattutto, l’area logistica-produttiva ad essa adiacente che è prevista nei più di 300 ettari di brughiera che attualmente NON sono compresi nel sedime aeroportuale) il problema non è dove farla, ma se farla. E il fatto che i sindaci siano stati informati già cinque anni fa non sposta il problema: Malpensa ha bisogno della terza pista e dell’area logistico-produttiva annessa? il territorio può “sopportare” questa espansione senza “collassare”?
  3. La disponibilità al dialogo deve essere dimostrata! Non basta affermarla. La novità dell’apertura del presidente Bonomi con la sua lettera al territorio è stata colta anche dai giornalisti: come dice Angelo Perna, ci sono voluti 13 anni (sic) perché SEA si aprisse al confronto e al dialogo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: