Rievocazione della Battaglia di Tornavento

Comune di Lonate PozzoloUn salto nella storia e nella tradizione
Il GiornoLonate Pozzolo, un weekend per rievocare la battaglia di Tornavento
VaresenewsDame e cavalieri, a Lonate si ricorda la Battaglia di TornaventoUn salto indietro nel passato lontano

Varesenews del 21 giugno 2011
Varesenews del 21 giugno 2011
Varesenews del 21 giugno 2011
Varesenews del 21 giugno 2011
Il Giorno del 20 giugno 2011
Il Giorno del 20 giugno 2011

14 pensieri riguardo “Rievocazione della Battaglia di Tornavento”

  1. Amici! Voi non sapete che cosa ho visto alle 22.30 in piazza Mazzini! O meglio, chi c’era ha visto. Che cosa è successo? Non lo scrivo. Non voglio dar la pappa pronta ai giornalisti e infangare ulteriormente questa Lonate Pozzolo martoriata.
    Scriverò in privato ai responsabili politici locali perché non possano non sapere.
    Dobbiamo fare qualcosa. Tutti assieme. Dobbiamo riprenderci Lonate Pozzolo. Non è nostro diritto, è nostro DOVERE!

    Scusate, sono ancora sconvolto. Grazie a Dio non è successo niente, ma per poco. Per poco davvero. L’arma era di quelle che non lascia scampo.

    Buonanotte.

  2. Ho scritto a:
    – Sindaco
    – Democratici Uniti
    – PdL
    – Lega Nord
    – UdC

    Per ora mi ha risposto solo la Lega Nord.

    Nel caso non fosse chiaro: l’episodio di ieri mi interessa fino a un certo punto. Certo, io vorrei continuare a camminare da via Roma a via Sant’Antonino senza trovarmi in piazza Mazzini un uomo armato a due centimetri dalla gola della sua potenziale vittima. Il fatto è che l’episodio di ieri è ordinaria amministrazione di quella zona del paese.

    Prima ancora di una risposta delle forze dell’ordine, io – penultimo dei pirla di paese che non sono altro – pretendo una risposta po-li-ti-ca, meglio se unitaria. Un progetto di lungo periodo. C’è un Comune da ripulire, c’è un paese da riconquistare.

    Due dozzine di baltrascani senza né arte né parte stanno facendo quel che vogliono. E noi glielo lasciamo fare? Io no. Chi mi dà una mano?

  3. Se la repressione tout court è destinata al fallimento, non è detto che l’integrazione per tutti, anche per chi non rispetta le regole più elementari del vivere civile, risolva il problema di una Lonate sempre più terra di nessuno.

    Girare a piedi o in bici dopo le 21, anche ora, in estate, è da incubo: però forse non solo Lonate è in queste condizioni e non credo che la colpa sia il timore degli extracomunitari, come qualche mio amico leghista racconta.

    Gli episodi di violenza vanno denuciati e quelle “due dozzine di baltrascani” come dice Rob, potrebbero essere facilmente individuati dalle forze dell’ordine con l’aiuto delle telecamere presenti (almeno quelle della banca funzioneranno si spera!). Così facendo si evita di generalizzare.

    Ma se poi manca un’alternativa al bere, al delinquere , le parole o qualche iniziativa di immagine lascerebbe il tempo che trova e i problemi si ripresenterebbero come prima.

    Una volta,forse troppi anni fa in estate, i bar , anche di sera erano pieni, vivi ed erano punti di incontro tra generazioni e culture diverse: non mancavano litigate, giochi, attività che disturbavano la quiete di qualche abitazione, ma quasi mai si arrivava ad eposodi gravi e continuati.

    Non si possono incentivare le aperture di luoghi comuni, bar, parchi, piazze con iniziative ed eventi culturali e/o sportivi che coinvolgano tutti?
    Si sa che i lonatesi son difficili da “strappare da casa” ma se non si prova e si riprova, il risultato sarà sempre più minaccioso e chi non ha il calore di una famiglia è probabile che la sera finisca in piazza Mazzini….

    1. Il mio docente di Diritto Penale affermava “dietro una situazione criminale o criminosa c’è un disagio sociale”. E’ una frase che condivo appieno. Bisogna fare integrazione nel rispetto delle regole. In questi anni forse si è fatto poco o nulla per l’integrazione (e non mi riferisco solo a Lonate) e si è fatto tanto e male sul rispetto delle regole.

      1. Caro amico ti scrivo, cosi’ mi distraggo un po’… e siccome SON molto lontano, piu’ forte ti scrivero’.

        Sicuramente il tuo docente di diritto penale ne sa piu’ di me e il suo pensiero sul legame crimine/disagio sociale c’è un fondamento scientifico solido. Occhio, pero’, all’assoluzionismo e al giustificazionismo: se è colpa della societa’, non è mai colpa del singolo.

        Nel caso di Lonate – meglio restringere il campo – dietro alla situazione criminale ci sono dei delinquenti e basta. Oppure poco altro.

        A Lonate Pozzolo per l’integrazione si è fatto moltissimo. Lo hanno fatto le giunte Canziani e lo stanno facendo le giunte Gelosa: ricordo il Corso di Italiano, organizzato dal Comune di Lonate Pozzolo, corso che è attivo da undici anni. I servizi sociali comunali hanno assistito gli immigrati come e quando hanno potuto. La Caritas è attivissima anche per loro e i gruppi di sostegno parrocchiali tutti… idem. La Pro Loco ci ha messo del suo, collaborando da anni con il gruppo senegalese locale per la loro festa etnica.

        Insomma, Lonate Pozzolo ha fatto e fa tantissimo per l’integrazione ma a queste due dozzine di baltrascani dell’integrazione non potrebbe fregare di meno. Questi sono venuti a Lonate e a Lonate sono rimasti proprio perchè si puo’ delinquere, mica perche’ amano il San Michele o la via Gaggio. Un po’ come gli ‘ndranghetani due decenni fa. Occhio a non ripetere gli stessi errori, non facciano diventare ‘sti tizi più potenti di quanto non siano già. E, anche per il loro interesse, facciamo capire a loro chi comanda a Lonate Pozzolo.A Lonate Pozzolo comandi la LONATE PER BENE, la LONATE PER IL BENE

        CIAO

      2. un’aggiunta riguardo all’elenco virtuoso di ieri: le scuole. Come ho fatto a dimenticarmi delle scuole e degli insegnanti delle scuole elementari e primarie del territorio. Gli insegnanti si sono spesi quanto piu’ hanno potuto sul tema dell’immigrazione, in mpdo tale da rendere l’inserimento dei nuovi arrivati dall’estero il meno difficile possibile.

        Fra le azioni dei servizi sociali, citati ieri, specifico oggi il Centro di Aggregazione Giovanile, attivo ininterrottamente dal 1995

        Poi, ultimi ma non meno importanti, ci sono gli esempi di tanti cittadini lonatesi, che nel loro piccolo e nell’anonimato piu’ totale, non hanno fatto mancare un gesto equo e solidale.

        Insomma, Lonate Pozzolo, rispetto a moltissimi altri Comuni, ha offerto tante belle cose ai cittadini migranti, insediatisi qua in cerca di una vita migliore.

        A quelle due dozzine di baltrascani, ribadisco, dell’integrazione e dello scambio culturale non frega un cavolo di niente. La LONATE PER BENE si deve fare sentire. SUBITO. Anzi, siamo gia’ in ritardo.

        Che ne dite di una bella anguriata in piazza Mazzini? Un simpatico diversivo rispetto allo spaccio di cocaina, no?

      3. Se le cose stanno così come vengono raccontate, e a Lonate si è fatto molto in tema di integrazione significa che comunque qualcosa nel meccanismo non funziona.
        O meglio magari il meccanismo funziona se dalla parte dell’immigrato o dello straniero c’è la volontà di cogliere appieno e in maniera positiva ciò che gli viene proposto.
        Esistono anche persone che invece dell’integrazione non gliene frega nulla, mentre ci sono altri che nell’integrazione prendono in prestito anche le cose negative
        Ma allora il problema non si pone e non voglio passare per quello che sottovaluta le cose.
        Mi chiedo se lo spaccio e le violenze fossero stati fatti da italiani, come spesso è capitato, capita e capiterà anche a Lonate Pozzolo e noi magari lo sappiamo dopo, oggi saremmo qui a chiederci e a porci queste domande?

        La riconquista di uno spazio pubblico, lasciato vuoto dai Lonatesi, passa attraverso che cosa? Forse solo attraverso la legalità.
        La politica ha un ruolo importante certo, ma soprattutto lo hanno le forze dell’ordine. Quindi a fronte di queste cose è sempre meglio denunciare.

        Sul come recuperare uno spazio lasciato vuoto non ho proposte in merito. Mi viene in mente una cosa, dopo l’omicidio di Mafia avvenuto sempre li, nessuno di noi si è posto il problema di recuperare lo spazio…

        Recuperare Piazza Mazzini è solo una riscossa civile e sociale di gente pulita o anche altro?

      4. Caro Walter, grazie del contributo, ma mi sa che sul tema stai sbandando pericolosamente.
        Alcuni accenni, esemplificativi dello sbandamento:

        « se lo spaccio e le violenze fossero stati fatti da italiani, come spesso è capitato, capita e capiterà anche a Lonate Pozzolo e noi magari lo sappiamo dopo, oggi saremmo qui a chiederci e a porci queste domande?» Cos’è, stai insinuando che io sia razzista? (ho lanciato io il tema, per cui la prendo sul personale). Il razzismo, involontariamente, è stato fatto da te. Ti do una notizia: nelle due dozzine di baltrascani ci sono anche italiani, italianissimi. Una cosa simpaticissima: tu hai fatto una tiratona sul tema immigrazione ma… va’ a rileggere il mio commento di partenza. Non ho menzionato affatto la nazionalita’ dei baltrascani perchè non agisco e reagisco in base ai passaporti delle persone. È stato Loi a iniziare a parlare di immigrazione e tu hai dato per scontato che la faccenda fosse relativa esclusivamente a stranieri. Non male!

        «Se le cose stanno così come vengono raccontate, e a Lonate si è fatto molto in tema di integrazione significa che comunque qualcosa nel meccanismo non funziona»; Dici “se”? Allora non credi che le cose stiano cosi’? E’ un po’ triste, dato che ti occupi attivamente di vita politica lonatese. Ti saresti dovuto informare meglio. Le azioni di Lonate Pozzolo nei confronti dei migranti sono un fiore all’occhiello del paese, gia’ dai tempi in cui tu facevi parte della Giunta. Il meccanismo funziona benissimo, invece. I migranti perfettamente integrati sono la quasi totalita’. C’è un uno-per-cento che drammaticamente fa del male agli altri e a se stesso.

        Ancora: «Recuperare Piazza Mazzini è solo una riscossa civile e sociale di gente pulita o anche altro?». Le domandine pelosine non mi piacciono. Secondo te il recupero di Piazza Mazzini che cos’è, se non una riscossa civile e sociale della Lonate per bene?

        « dopo l’omicidio di Mafia avvenuto sempre li, nessuno di noi si è posto il problema di recuperare lo spazio…». Quello – grazie a Dio – fu un episodio singolo. Quello di cui stiamo parlando adesso e’ uno stato quotidiano che va avanti da anni.

        Davvero, se abitassi in Via Nazario Sauro o passassi spesso di li’, se vedessi coi tuoi occhi quello che vedo io, non avresti scritto quei pistolotti da manuale, che manifestano tra l’altro una scarca conoscenza del tema.

        Un caro saluto.

      5. Se sbando fermatemi. 😉
        E’ vero ammetto di conoscere poco certi aspetti e certi meccanismi.
        Non metto assolutamente in dubbio quanto raccontato…eri li, quindi perchè dubitare.

        Se la situazione quindi è fatta da italiani e stranieri che difatti collaborano nello stesso disegno criminale, il problema a maggior ragione diventa di competenza delle forze dell’ordine.

        Quanto al recupero di Piazza Mazzini, continuo con le domande pelosine (anche se non ti piacciono), quante Piazza Mazzini esistono a Lonate? Solo quella individuata dallo stradario o ce ne sono anche altre?

        Se fosse l’unico episodio, la risposta dovrebbe essere nelle forze dell’ordine. Se invece fossero di più allora sicuramente alle forze dell’ordine dovrebbe affiancarsi la politica e la Lonate per Bene.

        Ultima domanda: ma perchè la Lonate per Bene, oggi fa fatica? Menefreghismo?, Paura?, indifferenza…o l’eterno COMA CIVICO?

      6. Solo per chiarire il mio pensiero, visto che non deve esser stato molto chiaro, ho tirato in ballo gli extracomunitari per dire che non è solo colpa della presenza degli extra comunitari se la gente non frequenta più Lonate di sera.

  4. Dichiaro ufficialmente che la LEGA NORD NON vuole assolutamente “cavalcare” politicamente questa ennesima vicenda!!
    La cosa riteniamo debba essere APOLITICA, solo ed esclusivamente per il bene del POPOLO di LONATE POZZOLO.
    CHIEDO PERO’ FATTI CONCRETI; ed un controllo del territorio più assiduo sarebbe, forse, auspicabile, o no??
    Io del ragionamento di Loi NON ci ho capito nulla..

  5. Non voglio sottovalutare il tema posto da Rob, ci sarà modo di trattarlo in modo più approfondito. Ad esempio perchè non promuovere una serata di confronto sullo stato di sicurezza del Paese?
    Vorrei ritornare al tema della rievocazione della battaglia di Tornavento.
    Quando penso a questa iniziativa mi viene automatico guardare al “pratone” dove si svolge. E mi domando: per quanto tempo ancora si potrà vedere questo spazio semplice e pulito? Per farla breve, il Sindaco e la sua giunta ha riconsiderato il “famigerato” avvio dell’accordo di programma che prevede la saturazione del “pratone” con una serie infinita di capannoni? Se si sostiene che l’espansione di Malpensa è deleteria non solo per la trza pista , ma bensì per la grande superficie dedicata ai capannoni per la logistica, è ipotizzabile che ciò avvenga fuori dall’ipotesi del nuovo sedime aeroportuale e dichiararsi difensori del territorio??

  6. Il famoso pratone (circa 350.000 mq) è inserito all’interno del perimetro del Parco Naturale, fascia di vincolo assoluto ricompresa nel più ampio Parco Regionale della Valle del Ticino , esterno al perimetro di Iniziativa Comunale IC e nonostante cio il PGT in itinere prevede una destinazione con capacità volumetrica!!!
    Per modificare il perimetro del Parco regionale occorre una delibera di Consiglio Regionale.
    Che senso ha tale programmazione se inattuabile?
    Prima di lottare contro la terza pista non sarebbe meglio preservare quello che già ora è a destinazione agricola e che nessun altro tranne l’Amministrazione Comunale di Lonate vuole convertire a capannoni?
    Non ho sentino nessuno sino ad ora fare osservazioni in merito!!!
    La lotta estrema contro l’impianto di cristallizazione a mio avviso è usato da alcuni per distogliere l’attenzione su altre problematiche di assoluto rilievo e di forte impatto sl territorio, sicuramente superiori all’impianto di cristallizzazione che, come si legge…è visto da alcuni quale deterrente all’espansione immobiliare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: