Seguendo il vento che cambia

Ho letto più volte il comunicato della Lega di Lonate sul suo sito Internet (sì, Paolo, buona parte delle visualizzazioni sono mie :)) per cercare di capire il significato di una parola che sembrava buttata lì un po’ a caso.
vista la situazione generale, Milano e dichiarazioni della SEA…“: proprio non riuscivo a capire quel “Milano” cosa potesse voler dire. Beh, un’idea potevo anche averla, ma mi sembrava avesse poco senso che la posizione della Lega di Lonate si modificasse solo per l’esito delle elezioni.
Poi la stessa cosa è successa durante la Commissione Tecnica di mercoledì 15 giugno: il capogruppo Mantovani, nel tentativo di spiegare questo cambio di posizione, ha inserito la parola “Pisapia” nel discorso, apparentemente fuori dal contesto, confermando però così i sospetti: la posizione della Lega su Malpensa dipende da quale area politica è in carica a Milano.
Il che è assurdo. Molto più assurda però è la motivazione del cambio di opinione che Mantovani ha cercato di spacciare per vera durante la Commissione Tecnica. “Noi non sapevamo che l’intervento previsto da SEA prevedesse così tanti capannoni e così tanto impatto sul territorio”. Perdonatemi “amici” leghisti, ma finora dove avete vissuto? Da quanto tempo si conoscono le intenzioni di SEA? Avete dovuto aspettare l’avvio della procedura di VIA per rendervene conto? Cosa pensavate volesse dire il Comitato VivaViaGaggio quando parlava di più capannonicapannonicapannoni?

La Prealpina del 16 giugno 2011
La Prealpina del 16 giugno 2011

2 pensieri riguardo “Seguendo il vento che cambia”

  1. Che fare, adesso? Attaccare con il te-l’avevo-detto-te-l’avevo-detto-te-l’avevo-detto oppure esultare con il meglio-tardi-che-mai?
    Come rappresentante di WVG, io scelgo la seconda che ho detto.
    Personalmente ho “corteggiato” la Lega Nord più che la mia fidanzata. L’un contro l’altro armati (di parole), ce ne siamo dette di tutti i colori. Sempre rispettosamente.
    Penso che non sia utile aggiungere altre parole a quello che è stato già scritto e che è ancora in pubblica visione nelle sottocategorie “Malpensa” e “VivaViaGaggio” di questo blog.
    Apprezzo la Lega Nord di Lonate Pozzolo per il coraggioso cambio di rotta. Sarà curioso adesso capire come gli alti vertici della Lega Nord reagiranno di fronte alla presa di posizione della sezione dell’epicentro dell’eco-socio catastrofe annunciata.

    1. Non penso che il te-l’avevo-detto sia la frase più giusta da dire in questo momento. E’ però evidente che sia il Comitato Viva Via Gaggio sia i D.U. abbiamo a differenza anche della maggioranza stessa, iniziato molto tempo fa a leggere i documenti ufficiali del Piano Industriale SEA, a visionare la richiesta datata 2005 sempre di SEA di diventare proprietaria di tutti i terreni demaniali e privati fino al mobilificio Moro e non abbiano aspettato la presentazione delle richiesta ufficiali. Detto questo meglio tardi che mai e ben venga questo cambio di rotta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: