Mozione in Consiglio Regionale

VaresenewsProfughi: dalla Regione no all’ex campo. La Russa: “Ipotesi tramontata”

La Prealpina del 12 aprile 2011
La Prealpina del 12 aprile 2011
Varesenews del 12 aprile 2011
Varesenews del 12 aprile 2011
La Prealpina del 13 aprile 2011
La Prealpina del 13 aprile 2011

8 pensieri riguardo “Mozione in Consiglio Regionale”

  1. In VIA SOFFICINO™ la pensano diversamente, in VIA SOFFICINO™ pensano che “i libici” arriveranno. “I libici”: quelli che poi non sono libici, ma che tutti chiaman “libici”. Un tempo eran tutti “marocchini”, ora son tutti “libici”.

    Sì, in VIA SOFFICINO™ pensano che verranno. E come fanno a saperlo? E che ne so! Anzi, lo so: una cliente del Tigros mi ha detto d’aver parlato con una persona bene, benissimo informata. Tanto per intenderci, questa persona bene, benissimo informata non bazzica per il Municipio. Eppur riceve – riceverebbe – informazioni e informative, proprio qui a Lonate City.

    Che siano vere o no, queste notizie generano conseguenze già nell’immediato. E i lonatesi, sdraiati a pancia in su nel loro COMA CIVICO™, impercettibilmente sbattono la palpebra dalla paura.

    Per me, casomai venissero i libici-non-libici a Lonate Pozzolo e in Lombardia, sarebbe sicuramente DOPO le elezioni amministrative. Prima, no. A molti rovinerebbero la campagna elettorale. Non sia mai.

    Ah, a proposito: l’Europa non vuole riconoscere i permessi temporanei ai migranti irregolari. Se lo dico io (che quei permessi sono una pirlata), lo dice lo scemo; se lo dice l’Europa…

    CIAO!

  2. Al di là degli aspetti e delle notizie da Via Sofficino, mi preme sottolineare una cosa.
    Azzi, Puricelli, Ruffinelli, Tosi, Alfieri…e tutto il consiglio regionale saliranno sulle barricate con i Lonatesi se il problema per Lonate non fossero delle persone ma una colata letale di cemento e asfalto chiamata TERZA PISTA? Avremmo visite di commissioni regionali in loco, con persone pronte a stracciarsi le vesti piuttosto che assecondare ipotesi devastanti per Lonate visto che lo dicono loro stessi “Lonate ha già dato troppo”.
    Parole vuote, senza senso e solo parole elettorali.
    Lonate ha già sofferto, Lonate ha già dato e intanto progettano e assecondano (non tutti) il progetto che metterà la parola fine a questa comunità cioè la terza pista.
    Che la loro sia solo una vicinanza di facciata rispetto a questa operazione è ormai fin troppo chiaro…chissà se i Lonatesi si accorgeranno che chi oggi alza il pollice verso l’alto per salvare Lonate da una invasione di persone, domani senza nessun problema avrà il pollice verso il basso per sancire la morte di Lonate per colpa della terza pista…

  3. «Spero che affondino tutte»: un consigliere comunale di Lonate Pozzolo ha così affermato meno di un mese fa in un’occasione semi-pubblica, dunque in presenza di testimoni. Si riferiva alle barche dei “libici”, che – come appurato – libici, per la stragrande maggioranza, non sono.

    Chiedo al consigliere comunale se davvero pensa quel che ha detto. Domando alle persone che lo hanno ascoltato direttamente di chiedergliene conto.

    Scrivere queste righe per me significa fornire al consigliere comunale di Lonate Pozzolo l’occasione di scusarsi pubblicamente. Scelga lui la sede. Chissenefrega della battaglia politica, mi interessa solo contribuire alla costruzione di una Lonate Pozzolo migliore.

    «Spero che affondino tutte»: se gli è scappata, amen. Siamo tutti umani, esseri imperfetti. Si scusi, si rimangi quel che ha detto, si vergogni un po’, se riesce, e poi si va avanti.

    «Spero che affondino tutte»: se invece fosse pronto a ribadire la posizione, sarebbe per lui dignitoso e doveroso dimettersi dalla carica di rappresentanza istituzionale che ricopre e dalle altre cariche pubbliche che eventualmente rivestisse per nomina politico-amministrativa.

    «Spero che affondino tutte». Queste sono parole che pongono il consigliere comunale di Lonate Pozzolo al di fuori di ogni confine democratico, civile e religioso. Fino a una richiesta di scuse, queste sono persone da denunciare con ogni mezzo a nostra disposizione. A furia di passarci sopra, saranno loro a passare sopra a noi con la loro carica di barbarie e di violenza.

    Se il diretto responsabile non esce allo scoperto, sia il Consiglio Comunale di Lonate Pozzolo nel suo insieme a dichiarare all’unanimità che «spero che affondino tutte» è una frase cattiva, vigliacca, bastarda.

    Dio mio, verso dove stiamo precipitando?

    – – –

    [non c’entra niente, ma chi volesse sapere come la penso sull’argomento “migranti irregolari”, legga qua e anche qua]

    1. Sono frasi che fanno raggelare il sangue…solo pensare che delle persone possano morire e augurarsi che questo accada.Ho i brividi solo a rileggere quelle parole cariche di odio…odio verso un tuo simile..che tu non riconosci tale;
      lo identifichi in maniera molto “superficiale” lo etichetti e quella etichetta lo distinguerà per sempre. Clandestino, irregolare, libico, egiziani, tunisino, nomi che altri ti danno, etichette per distinguerti dagli altri…come le etichette o i colori dei simboli sulle tute dei lager…Qui non si hanno davanti delle persone o degli individui…si hanno davanti delle etichette.

      La frase vergognosa è di qualche settimana, ieri e oggi invece si invoca l’uso delle armi, di fronte a questa aggressione…dobbiamo difenderci!!! Altre parole assurde che seminano odio nei confronti di chi non è come noi.
      Ma se alla base di questa idea di diversità..ci fosse una concezione xenofoba e razzista, oggi tocca a loro e domani potrebbe capitare agli omosessuali, oppure ai sudamericani.

      La cosa assurda è che, sempre gli stessi soggetti, organizzano dei seminari e delle serate dove parlano di radici cristiani, ignorando il messaggio del Vangelo. Parlano di Giovani Cattolici Padani…che imbracciano in fucile per respingere questi attacchi??!! Si augurano che le barche affondino…e si definiscono Cattolici?
      Ma stiamo scherzando??? Un vangelo d’amore, violentato per diventare un vangelo d’odio…e poi vanno in piazza a difendere il crocifisso??? Ma dove stiamo arrivando????

  4. Grazie, Walter. Una preghiera: cerchiamo di limitare il campo di riflessione al solo increscioso episodio di Lonate Pozzolo. Il rischio, altrimenti, è quello di alzare i soliti polveroni partitici e non è questo il caso.

    Vorrei che per Lonate Pozzolo questo spazio internet, così come la scena politica tutta, fosse opportunità di condivisione e non di scontro.

    Al mio Consiglio Comunale e ai miei concittadini tutti, voglio allora chiedere condivisione sul fatto che la frase «spero che affondino tutte» sia cattiva, vigliacca, bastarda.

    A Lonate Pozzolo si possano votare partiti di Destra («Ma Cos’È La Destra») o partiti di Sinistra («Cos’È La Sinistra»);
    a Lonate Pozzolo si possa essere a favore o contro la terza pista di Malpensa;
    a Lonate Pozzolo si possano persino professare religioni differenti o non professarne alcuna.

    A Lonate Pozzolo, però, non ci siano tentennamenti sulla condanna per la frase: «spero che affondino tutte».

    Il Consigliere Comunale di Lonate Pozzolo, che di fronte ad altri suoi colleghi rappresentanti locali delle istituzioni l’ha pronunciata, abbia il coraggio e la dignità di chiedere pubblicamente scusa. Sarei il primo a rendergli onore. Sinceramente.

    Fino ad allora, il disprezzo è totale.

    Fino ad allora, Lonate Pozzolo sarà per me un Comune poco protetto e poco civile.

    Un abbraccio fraterno a tutti i lonatesi. Tranne uno (per ora).

  5. Scusate se intervengo: da quello che mi è parso di capire, l’esponente politico lonatese è della LEGA NORD?!? Giusto? (Altrimenti non si spiega il riferimento di Walter ai Cattolici Padani..) Potete confermarmelo? Se volete anche privatamente… Se è vero, mi scuso già io fin da ora…

  6. Caro Paolo, come sempre GRAZIE per il tuo passaggio qui. Le tue parole sono di vero conforto. Ti scriverò privatamente. Anche se la frase fosse stata pronunciata da un consigliere comunale della Lega Nord, non sarebbe certo da parte del segretario locale della sezione che devono arrivare le scuse.

    Questo non è un caso politico, è l’affermazione – schifosa – di un consigliere comunale. È un caso isolato e questa persona è – appunto – da isolare, nelle sue responsabilità. Ribadisco: se chiedesse scusa, se manifestasse pentimento per quella disgustosa affermazione, si potrebbe tranquillamente andare avanti. Altrimenti la denuncia rimane.

    «Spero che affondino tutte»: a Lonate Pozzolo ho sentito anche di molto peggio, ma non da consiglieri comunali e nemmeno da chi ricopre ruoli di pubblica responsabilità.

    Il Consiglio Comunale, all’unanimità, approvi un “qualcosa” che censuri drasticamente la seguente frase: «spero che affondino tutte».

    Grazie ancora, Paolo. Di cuore.

  7. Caro Roberto, perfettamente d’accordo con te.. ma nel ruolo del Segretario locale di un partito (non dimentichiamoci che rappresenta il partito stesso sul territorio) vi è anche quello di verificare/controllare che l’atteggiamento di chi lo rappresenta (un militante/consigliere comunale ecc..)sia conforme alla posizione presa dalla Sezione.. ecco perché primo ho chiesto se della LEGA NORD, secondo (se della LEGA NORD) ho l’obbligo morale di chiedere scusa!!

    Grazie a te.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...