Pista ciclabile o discarica?

Discarica a cielo aperto
Discarica a cielo aperto

La foto qui a fianco illustra lo stato in cui si trova il punto di accesso alla ciclopedonale che collega Tornavento (località ristorante Bertoni) alla zona che si trova verso Castano (nei pressi del ristorante da Lucia). Il livello di degrado è evidente!

Ci siamo chiesti come mai questo percorso non sia ancora stato aperto ai cittadini e cosa ancora manchi per il suo completamento. Per avere maggiori informazioni abbiamo presentato un’interrogazione (Interrogazione Ciclopedonale Tornavento-Castano) che sarà discussa al prossimo consiglio comunale.

7 pensieri riguardo “Pista ciclabile o discarica?”

  1. Ieri sono stati posizionati dei guardrail per impedire l’accesso alle auto che provenendo dalla rotonda degli arredamenti Moro entravano in questo tratto di strada. E’ aperta l’altra corsia, quella dove staziona una delle prostitute “stagionate” della zona…
    Vedremo quale risposta ci verrà data in Consiglio Comunale…

  2. A mio modesto parere, servirebbe un’interrogazione anche sulla situazione che si viene a creare ogni sera su viale Giovanni XXIII, prima, durante e dopo gli allenamenti della Vulcania (in oratorio maschile)!!
    Direi che è una cosa a dir poco inaccettabile ed incivile: auto parcheggiate a destra e a sinistra, un viale a due corsie che si rimpiccolisce, quasi tutte le sere, ad un una corsia sola, aumento di incidenti negli ultimi mesi a seguito di questa situazione insostenibile.

    Secondo il codice della strada, non si potrebbe parcheggiare a destra provenendo dal parco San Rafael in direzione del centro cittadino, eppure ci sono sempre auto parcheggiate dove non dovrebbero.
    Non si potrebbe chiedere alla giunta di mettere uno/due cartelli con indicato divieto di sosta (magari anche di fermata) ed inviare ogni tanto dei vigili e multare gli incivili che per paura di far fare 10 passi ai propri figli (che vanno a catechismo, giocano a calcio, o vanno in oratorio) lasciano liberi i parcheggi di Piazzale Moro (asilo nido) e invece parcheggiano in mezzo alla strada???

    Oltre ad educare tali genitori, aiuterebbe anche le casse comunali ad ottenere danaro investibile in attività sociali, dalle scuole alla viabilità ciclopedonale, agli stessi parcheggi, ad altre attività lodevoli!!

  3. [FUORI TEMA] “PADANIA LIBERA!”: quante volte abbiamo letto frasi come questa sui muri dei paesi del Nord Italia? All’abusivismo visivo di matrice leghista ci abbiamo fatto il callo: adesivi sui semafori, sui cartelli segnaletici, sui cartelli di località, un po’ ovunque. Una pratica animalesca, di demarcazione del territorio, però mi ripeto sempre e ripeto qua: meglio una scritta sul muro che una bomba in stazione. Va bene così. Anzi no, però sì.

    Passavo oggi per Via Vittorio Veneto e mi è sorta una curiosità. Fondamentalmente non me ne frega niente – eh? – e dormo lo stesso, eppure ugualmente chiedo: quelle non-una-non-due-non-tre-ma-quattro effigie dell’Alberto da Giussano e scritta “Lega Lombarda” in vernice rigorosamente verde sono autorizzate o no? Mi riferisco a quelle macchie sul muro esterno, che bordano la nuova sede della Lega Nord.

    Rivolgo il quesito all’amico Paolo, agli altri leghisti, nonché ai lettori tutti di questo bellissimo blog (amministratori, grazie per tutto il lavoro che fate) che sapessero darmi una risposta.

    Ora torno ai fornelli. CIAO! [SIGLA] (dedicata alla Padania)

      1. …ma Paolooo! Ma ta sé matt?!? Esponi ventun pagine leghiste a un italiano? Un po’ come portarmi a fare un pic-nic a Fukushima!

        Ti prego, fammi una sintesi. C’entra qualcosa con la mia domanda di presunto abusivismo visivo-murario in via Vittorio Veneto?

        Ah, a proposito, intanto che ti sento: mi ha chiamato la Questura di Varese. Non ti trovava, sa che siamo amici, allora si sono rivolti a me. È pronto il tuo permesso di soggiorno. Per la Padania, extra-comunitaria, sono state riservate 10.000 quote per i flussi del 2011. Fatti vivo per il ritiro! 😀

        CIAO! 🙂

  4. Caro amico mio, era la risposta alla tua sigla, “L’isola che non c’è” 😀 .. per quanto riguarda il presunto abusivismo visivo-murario ti rispondo come solitamente risponde il nostro sindaco: “se ravvisate presunte irregolarità, avete il diritto/dovere di denunciarle alle autorità preposte..” 😀
    😀 occhio perchè tra breve il permesso lo chiederanno a voi.. 😀

    1. Facciamo un patto, caro Paolo, troviamo un accordo extra-giudiziale: la sezione di Lonate Pozzolo della Lega Nord si unisca alla denuncia di quella follia chiamata “espansione dell’aeroporto” e io ti lascio fare (sorrido su “io-ti-lascio-fare“) non quattro ma quattrocento alberti-da-giussano sui muri, case, vicoli e palazzi, di tutta Lonate Pozzolo. Ci stai?

      Ma come si fa, Paolo? Come si fa a permettere – anche solo a concepire – questo delirio di operazione, che ferirebbe a morte, paralizzebbe un territorio intero? Lonate Pozzolo morirebbe e al suo posto nascerebbe una MALPENSERIA™. Paolo, l’espansione dell’Aeroporto serve? A chi? Ai lonatesi di certo no. Lascia dire le balle a chi è lautamente retribuito, con denaro e con cadreghe. A te cosa viene in tasca? Al contrario, la Lega Nord cittadina con questa brutta storia si sta giocando quella credibilità che faticosamente e giorno dopo giorno stai costruendo. Anche lunedì a Tornavento si chiedevano: «E la Lega dov’è?». E la Lega dov’è? Voi che dicevate “basta cemento” (e ancora lo dite a Gallarate), voi che eravate quelli del “padroni a casa nostra”, dove siete? Adesso è Malpensa a mettere i LONATESI nella riserva indiana. E passa come un rullo compressore su alberi, cose e case. Una follia.

      Copio e incollo dal sito di WVG: se […] trovi tempo, da’ un occhio alle puntate salienti della storia della malata Malpensa. Ecco qui il collegamento al sito RAI EDUCATIONAL e alle puntate di “La Storia Siamo Noi” dedicate al purtroppo disastroso “Aeroporto del Nord”. Da Malpensa 2000 al fallimento Alitalia. Certo c’è anche altro. Vedere tutto questo è importante davvero. Un nostro amico commenta: «Da destra a sinistra Malpensa resterà sempre un fallimento politico prima che imprenditoriale.»

      CIAO!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: