1 commento su “L’aria che respiriamo”

  1. Mi permetto di esprimere nuovamente una mia opinione personale nella speranza che venga presa in considerazione da chi di dovere. Alla luce di quanto emerge dai dati presentati nel Consiglio Comunale di Casorate del 21 febbraio scorso, occorre che la nostra Amministrazione Comunale intervenga immediatamente a correggere la propria delibera n° 041 del 30.04.10 ad oggetto: Tutela della zona di brughiera del Gaggio, eliminando almeno dal testo del considerato il seguente capoverso: “ che la struttura esistente dell’aeroporto, confrontata con analoghe strutture presenti in altri paesi (per esempio gli aeroporti di Londra: Heathrow, Gatwick e Stansted) appare in grado di sopportare una crescita di traffico superiore al 100% rispetto ai valori attuali (17,5 milioni di passeggeri nel 2009) senza richiedere alcun ampliamento dell’attuale sedime aeroportuale, ma semplicemente con l’aumento dell’efficienza operativa dello scalo (come per esempio succede nei sopracitati aeroporti inglesi)”. Correzione indispensabile se veramente intende tutelare il proprio Territorio e i propri Cittadini. Infatti, una corretta interpretazione dei dati di Casorate citati, fa capire che anche i soli proposti aumenti di traffico sulle due attuali piste comporterebbero la compromissione della zona di brughiera del Gaggio e danni alla salute degli abitanti di tutto il Comune di Lonate Pozzolo. E non credo che sarebbe salutare e raccomandabile, allora, l’attuale uso di via Gaggio. In ogni caso, la nostra Amministrazione Comunale deve tenere presente che: la procedura d’infrazione per la mancata realizzazione della Valutazione d’impatto Ambientale (VIA) per la costruzione del terzo/terzo dell’aerostazione e per il terzo satellite era stata archiviata, dall’apposita commissione del Parlamento Europeo, nell’aprile del 2006 a fronte dell’impegno delle autorità aeroportuali di non aumentare il volume del traffico oltre il limite di 21,3 milioni di passeggeri anno; impegno formalmente dichiarato e assunto dall’allora Ministro dell’ambiente Matteoli. Quindi anche ogni intervento sull’esistente per essere attuato deve essere sottoposto a procedura di VIA/VAS secondo le normative in vigore. Perciò tutte le proposte, anche quelle della nostra Amministrazione Comunale, devono prevedere questo passaggio fondamentale. La nostra Amministrazione Comunale dovrebbe anche proporre momenti di partecipazione per la conoscenza degli sviluppi del progetto di Sea dell’ampliamento dell’aeroporto di Malpensa e del suo impatto in modo tale da poter permettere a tutti i Cittadini, i gruppi e le Associazioni di poter presentare le proprie osservazioni nella fase della prossima procedura di VIA relativa al citato progetto, così come previsto dalle leggi in vigore. Momenti di confronto e di ascolto. Non deve essere lasciato nulla di intentato per dare la possibilità a chiunque ne ha il diritto di poter difendere il proprio territorio, la propria vita, le proprie ragioni e idee.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...