Presentato oggi il Contratto di Programma ENAC-SEA

Il GiornoMalpensa: rilanciata la questione stop ai voli notturni“Basta con i voli notturni” continua la battagliaNon si fermano intanto le proteste contro la terza pista
VaresenewsA piedi a Malpensa per chiedere un dialogo sulla terza pista
Jimmy PasinCamminan-Digiunando: il programma
Viva Via GaggioStep by step to Malpensa

Argomento di stretta attualità (da anni, in effetti) l’aeroporto di Malpensa.

Oggi 8 febbraio 2011 è stato presentato il contratto di programma ENAC-SEA, che parla esplicitamente e ufficialmente della realizzazione della terza pista, facendo quel passettino in più che porta pian piano e senza far troppa notizia dal “poi decideremo se e come farla” al “ok, la facciamo e ormai voi non potete dire più nulla”.

Altri appuntamenti da non perdere il 15 febbraio, con l’incontro dei Comuni con SEA, ENAC ed ENAV, e poi il 21 febbraio a Casorate Sempione per una discussione sugli inquinanti.

Tanto per precisare, dell’incontro con i Comuni l’ho letto sull’articolo de Il Giorno che si riporta qui sotto, non l’ho certo saputo dal nostro sindaco…

La Prealpina del 8 febbraio 2011
La Prealpina del 8 febbraio 2011
Il Giorno del 2 febbraio 2011
Il Giorno del 2 febbraio 2011
Il Giorno del 4 febbraio 2011
Il Giorno del 4 febbraio 2011
Varesenews del 8 febbraio 2011
Varesenews del 8 febbraio 2011
Il Giorno del 8 febbraio 2011
Il Giorno del 8 febbraio 2011
La Provincia del 8 febbraio 2011
La Provincia del 8 febbraio 2011

3 pensieri riguardo “Presentato oggi il Contratto di Programma ENAC-SEA”

  1. Alla luce degli ultimi sviluppi, VivaViaGaggio potenzierà la sua campagnia sul territorio di Lonate Pozzolo. Campagna, ben distinta dal nostro discorso provinciale, regionale, nazionale. Le vergogne sono di diverso tipo.

    A livello comunale, le tre parole chiave che proporremo sono “AGGRESSIONE”, “INVASIONE”, “IPOCRISIA”. Quest’ultima con particolare riferimento al famoso “dialogo col territorio”. Ma quale dialogo! Se ci vogliono portar via pezzi di Lonate Pozzolo!!! O meglio, loro dialogano, ma a una condizione: che tu non osi far cambiare idea sui loro piani, quelli di Malpensa. Ora, se tu non dai fastidio ai loro piani folli, loro ti vengono incontro. Come? Con l’unica lingua che sanno parlare: quella dei soldi. Malpensa è ricca, magari non abbastanza ora per fare la terza pista, ma sempre ricca è. Malpensa può comprare – legalmente – il tuo silenzio. Come: a livello individuale (se conti qualcosa) con un posto di lavoro come dipendente, con una consulenza. A livello territoriale, con delle sponsorizzazioni, con finanziamenti di lavori, con regalini per opere.

    E a chi non interessano le “compensazioni” di Malpensa? Peggio per lui. È un reietto. E i capoccioni di Malpensa – assieme ai loro alleati – cominciano a mostrare il loro lato cattivo. Ma cattivo sul serio.

    VIVA VIA GAGGIO: BASTA CEMENTO / DIFENDIAMO LA TERRA DEI NOSTRI PADRI / BONOMI A CASA NOSTRA.

  2. CARI SINDACI DOVETE ALZARE LA TESTA
    Vero. Perchè ribadisco che fino ad ora, sorella Malpensa è stata avara di soddisfazioni.
    Ribadisco, nel 1998 grande apertura con lavoro notturno per dare il via alla dance senza ulteriori ritardi, apertura, PIM PUM PAM…. e via la lotta contro ALITALIA, l’astio sull’asse MILANO ROMA e le ricche abbuffate dei signori della politica che hanno portato, nell’ormai lontano 2008 al pseudo salvataggio della compagnia (con buona pace di creditori, azionisti e contribuenti) e all’affossamento di questo povero aeroporto.
    Il mercato “vola” verso altri mezzi di trasporto, verso altri obiettivi, ed è chiaro che gli amministratori italiani, e i top manager di aziende filo statali governative (che forse non sono nemmeno capaci a dirigere se stessi), TAC… tirano fuori dal cilindrone le loro grandi opere!!!! Costose, Obsolete e, sopratutto inutili.
    Che Dio vi benedica 🙂

  3. Il più grande errore è pensare ad una Malpensa con tre piste e 50 milioni di passeggeri, un collasso ambientale di vaste proporzioni, un parco che non conta più nulla e altri aeroporti lombardi disertati per consentire a Malpensa di crescere (o forse a Bonomi e compani). Una regione Lombardia che, da un lato, si fa vanto di possedere il 30% del territorio protetto, dall’altro lato cerca di prender mano a queste realtà, creare una sorta di governance regionale che possa con un decreto far approvare una terza pista o vari interventi invasivi. Chiediamoci il senso di una Malpensa in un territorio così bello che potrebbe puntare sul turismo ecosostenibile, certo ci diranno che crea lavoro, ma proprio in Via Gaggio? Perchè, sarebbe un problema per molti (che magari vivono a Lonate) dover lavorare a Orio al Serio o Linate? No, i lor signori presi dalla loro arroganza non ci dicono che già ora Malpensa è vuota, che copre un territorio vastissimo e che presenta una situazione lavorativa drammatica…E la gente ci crede alle promesse di SEA (molti, non tutti naturalmente) perchè piante, bellezze naturali non contano, se loro ci promettono lavoro e così sia..Ma SEA gestisce anche altri aeroporti che, come Linate, rischiano la chiusura, e così anche Malpensa che però vuole crescere a discapito di tutto, vincoli di varia natura, la nostra salute e la bellezza del nuovo territorio. Credo che certi progetti vadano combattuti con “rabbia” e “intelligenza”, la prima per avere il coraggio di denunciare, la seconda per andare oltre la superficie delle cose e non parlare per slogan. Così come fanno loro, ovvero quelli di SEa……..Nei paesi europei dove si dice che ci sono grandi aeroporti, questi sorgono su siti adeguati e con logiche di servizio adeguate; voglia Formigoni seguire le politiche ambientaliste (tra l’altro di centro-destra….) della Germania; da cui potremmo veramente imparare, pratiche di tutela e ecosostenibilità..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: