PM10: il 2010 è finito male e il 2011 comincia peggio

La situazione delle polveri sottili (PM10) non migliora: dopo i dati di ottobre e novembre riporto qui sotto anche i dati di dicembre 2010 e di gennaio 2011. Rispetto a quanto rilevato negli ultimi mesi del 2010, la situazione a gennaio è ancora peggiorata: il livello di soglia di 50 μg/mc è stato superato quasi sempre (solo tre rilevazioni su trentuno hanno dato risultati accettabili, meno del 10%).

Ho esaminato anche i dati complessivi del 2010: la centralina di Ferno è l’unica di tutta la provincia di Varese ad aver superato anche la soglia di 40 μg/mc come media delle rilevazioni annue (siamo arrivati a 40,95 μg/mc mentre Saronno si è fermata a 39 μg/mc, Busto a 31,65 μg/mc, Varese a 30,91 μg/mc e Gallarate a 28,91 μg/mc).

Ricordo che i limiti di 50 μg/mc giornalieri e di 40 μg/mc come media annua sono stabiliti dal DM 60/2002 che prevede anche il fatto che le autorità competenti (tra cui i sindaci) prendano gli opportuni provvedimenti. Negli ultimi giorni, parlando della proposta di realizzare a Lonate un impianto di inertizzazione dell’amianto, il nostro Sindaco ha ribadito più volte di voler difendere la salute e la qualità della vita dei cittadini di Lonate. Cosa aspetta a farlo?

PM10 – Valori (μg/mc) rilevati dalla centralina di Ferno nel mese di dicembre 2010.
PM10 – Valori (μg/mc) rilevati dalla centralina di Ferno nel mese di dicembre 2010. In 17 casi su 25 (68%) il valore misurato è stato superiore alla soglia 50 μg/mc.
PM10 – Valori (μg/mc) rilevati dalla centralina di Ferno nel mese di gennaio 2011.
PM10 – Valori (μg/mc) rilevati dalla centralina di Ferno nel mese di gennaio 2011. Il valore misurato è rimasto sotto la soglia critica di 50 μg/mc solo in tre giorni (su trentuno rilevazioni effettuate).

2 pensieri riguardo “PM10: il 2010 è finito male e il 2011 comincia peggio”

  1. [FUORI TEMA] Prima o poi doveva succedere e forse in passato è successo già. Stavolta l’ho visto io, giovedì scorso, incidente in Via Molinelli. Vetri per terra, lamiere piegate, carro attrezzi. Via Molinelli: una lingua d’asfalto di due chilometri che si srotola fra l’aeroporto e la brughiera. Via Molinelli, territorio di Lonate Pozzolo, sarebbe fra l’altro la prima vittima dell’annunciata invasione para-militare di Malpensa verso Tornavento (alla faccia del “Basta Cemento / Difendiamo La Terra Dei Nostri Padri / Padroni A Casa Nostra”). Via Molinelli, attualmente, è utilizzata come pista di accelerazione per spericolati automobilisti, che – meglio se col telefonino all’orecchio – si lanciano in furiosi record di velocità. Pazzi! Pazzi! Pazzi! Certo, il limite di 50 Km/h è letteralmente assurdo, ma un controllo ferreo di un limite di 70 Km/h sarebbe doveroso.

    Arrivederci al prossimo incidente. Ciao.

    1. Con il progetto della terza pista e le valutazioni con sigle strane “Via-Vas”,
      forse vogliono dire
      VIA – via via Molinelli
      VAS – scomparsa di spericolati e incidenti.

      I Pazzi rimangono per gestire il progetto della terza pista!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...