I luoghi del cuore del FAI

E’ in corso, organizzata dal Fondo Ambiente Italiano, il quinto censimento “I luoghi del cuore del FAI“.
E’ possibile la segnalazione anche online. I primi tre siti segnalati sono direttamente visibili nella home page de “I luoghi del cuore del FAI“.

In questo momento, dopo un appassionante testa a testa svoltosi per tutta la giornata …

…(rullo di tamburi)…

I luoghi del cuore
I luoghi del cuore

…via Gaggio è al secondo posto dei luoghi segnalati in tutta Italia! Un bel motivo d’orgoglio ed una bel riconoscimento per il Comitato “Viva Via Gaggio”, che tanto si impegna con la sua campagna di informazione, con la raccolta firme e con tutte le iniziative che sta mettendo in campo per la salvaguardia di questo prezioso lembo del nostro territorio.

E domani sera, tutti in Via Gaggio per la camminata serale “Via Gaggio ha la luna, facciamogliela passare

2 pensieri riguardo “I luoghi del cuore del FAI”

  1. Vota (e fa’ votare) VIA GAGGIO nel Censimento del Fondo Ambiente Italiano dei Luoghi da Salvare.

    Il Comitato Viva Via Gaggio sta diventando un orgoglio di Lonate Pozzolo. Lo è diventato già. Viva Via Gaggio non è solo Lonate Pozzolo, ma a Lonate Pozzolo ha la sua sede, la sua base, la sua origine. Ora in tutta Italia sanno che a Lonate Pozzolo non c’è solo criminalità. Noi lo sapevamo già, ma chi legge i giornali poteva farsi un’altra idea. Ora non più.

    (Viva) Via Gaggio è una boccata di ossigeno – in tutti i sensi – per Lonate Pozzolo: al di là di singoli episodi anche positivi, il nostro Comune è sui giornali soprattutto per la ‘ndrangheta, lo spaccio di droga, denunce e arresti, prostituzione, furti, risse, danneggiamenti. Lonate Pozzolo, in provincia di Varese, si è fatta un brutto nome. Colpa del coma civico di una comunità che non ha più a cuore la sua terra, il suo territorio. Viva Via Gaggio sta lottando quotidianamente per risvegliare la comunità dal coma civico. È faticosissimo, ma questo è il gesto d’amore nei confronti di Lonate Pozzolo.

    La questione “terza pista” riguarda un’area ben più ampia che i ventinove chilometri quadrati del Comune di Lonate Pozzolo e noi – altro che trattare! – siamo pronti a de-nun-cia-re l’assurdità di questa zozza opera in ogni angolo della penisola e del pianeta. Con noi ci sono anche molti elettori della Lega Nord. Alle sette di ieri sera parlavo con un mio amico commerciante lonatese, leghista fino al midollo. Se potesse, metterebbe al muro tutte le persone che odorano di sinistra. E, se gli rimanesse qualche proiettile, inizierebbe con gli arabi. Meno male che non ha il porto d’armi, altrimenti non avrei scampo. Bene, lui si ricordava chiaramente dell’atteggiamento della Lega Nord ai tempi della Grande Malpensa: «la Lega era contro!» E sempre il mio amico commerciante lonatese diceva che la Malpensa in questi anni non ha per niente portato benefici per il territorio: il suo lavoro, per esempio, è calato. Certo, non solo per colpa di Malpensa, ma di certo l’aeroporto non è stato un aiuto.

    Domanda: la Lega Nord tratterebbe-tratterebbe-tratterebbe ugualmente, se dall’altra parte del tavolo non sedesse un uomo vicinissimo al Carroccio, quale Giuseppe Bonomi? Lega Nord, cambia idea! Vieni con noi a difendere la parte più bella di Lonate Pozzolo. Mi sono reso conto che molti leghisti già lo fanno. E cammineranno con noi stasera.

    Ciao.

    Con chi mal-tratta il territorio non si tratta per niente. Via Gaggio è di tutti, non è di Sea. Regione Lombardia, ragiona!

  2. Ieri sera siamo tornati dalla meravigliosa camminata in via Gaggio e abbiamo trovato la sorpresa: VIA GAGGIO È IN TESTA. Ora continuiamo a votare. Votiamo e facciamo votare. Per chi ha già votato, c’è la possibilità di lasciare un commento, utilissimo per spiegare la meraviglia di Via Gaggio.
    Chiediamo il sostegno dei nostri parenti e amici. Anche lontani. La porcheria dell’espansione dell’aeroporto è un’oscenità comprensibile a ogni latitudine.

    Caro Giuseppe Bonomi e consiglio di amministrazione di Sea, cari strateghi della terza pista e del polo il-logistico, caro Roberto Formigoni e cara Regione Lombardia: ora gli occhi di tutta Italia sono puntati su di voi. Non vi invidio per niente.

    Fatevi i vostri affari e gli affari vostri nei recinti che già avete. 900 ettari, non è già abbastanza?

    Via Gaggio è mia, è tua, di tutti. Non è di Sea.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: