1 commento su “Lega e terza pista: trattare, trattare, trattare”

  1. Con Paolo ho il mio canale riservato e lì ci si confronta come più non si potrebbe. Una cosa mi inquieta e voglio condividere coi lettori: «il suo atteggiamento […] ci porterà a non essere minimamente considerati da Sea.» Ma come? Chi detta legge? Lo Stato Italiano o la ditta privata Società Esercizi Aeroportuali S.p.A? Allora, se stai buono e non fai capricci, avrai il biscottino; se fai il cattivone, a letto senza cena?

    Trattare con chi vuole mal-trattare il territorio? Qua si tratta di sopravvivenza del nostro caro. E con la vita non si baratta. Via Gaggio è un bene di tutti e di tutti deve rimanere. Non di una S.p.A.

    Giuseppe Bonomi, uomo vicino a Lega Nord, sbaglia di grosso se mal-pensa di poter mettere le mani su Via Gaggio con facilità. Via Gaggio diventerà un Ecomuseo, secondo le norme dettate non da me ma dalla Regione Lombardia. Quella stessa Regione Lombardia, guidata dal ciclista ecologista pre-elettorale, che sembra ora smaniosa di assecondare i piani industriali espansionistici di Sea.

    Regione, ragione. Sea, non ti allargare!

    Sigla!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: