6 pensieri riguardo “Cronache della prima giornata di raccolta firme”

  1. Cari Democratici Uniti, non so come dirvelo. Non ve lo dico. Ve lo dico: ho rotto l’esclusiva, ho scritto sul blog dell’UdC. Non volevo, ma – per amor di giustizia e verità – dovevo chiarire un po’ di cose. Più sotto riporto il testo.
    Ah, poi sono rimasto sbigottito per la seguente frase dal loro articolo: «La risposta a chi si chiedeva se Lonate Pozzolo è una comunità in coma civico è arrivata da sola. Non lo è per nulla […]». Ma come?!? Premessa: ora, con mio orrore, mi toccherà fare quello che… io-ho-fatto, io-ho-detto, io-ho-scritto. Vado: la Segreteria UdC si appropria della definizione «coma civico» da me coniata (liquidandomi con un generico «a chi», come fossi Fausto Leali) e poi si fa riferimento al movimento che io ho tirato su dal nulla, in mezzo a mille difficoltà e senza l’aiuto dell’UdC, per dimostrare che ho torto, cioè che Lonate Pozzolo non è in coma civico. Un filino poco generoso, vero? Della serie cornuto-e-mazziato. No, non passa.

    Affido il resto della riflessione al mio commento sul blog UdC.
    Essendo uno scritto di mia proprietà, lo utilizzo anche qui:

    «Ringrazio di cuore la segreteria UDC per il supporto attuale al Comitato Viva Via Gaggio.
    Sulla Prealpina di oggi si riporta – non virgolettato – l’auspicio del Vicesindaco Patera affinché Viva Via Gaggio non venga strumentalizzato. Dal primo giorno dell’azione di Viva Via Gaggio – fine Gennaio – da più parti mi è stata fatta ronzare attorno questa parola: stru-men-ta-liz-za-zio-ne. A tutti ho poco elegantemente, ma efficacemente, riso in faccia. Sfido chiunque in pubblica piazza a dire che in qualche occasione sia mai successo. All’inizio, da solo, difendermi è stata dura. Ce l’ho fatta.

    Il Comitato è felicissimo e orgoglioso dell’adesione di PdL, CdU e Democratici Uniti assieme. E lo sono anche io.

    Una digressione personale, adesso. Ripeto: personale. Serve per fare chiarezza e rendere giustizia: sono partito da solo cinque mesi fa. Ora le persone attive del Comitato si contano a dozzine e gli amici Facebook sono più di 1.100. Le firme che raccoglieremo per la petizione saranno molte ma molte di più. Tutto ciò non sarebbe potuto succedere, se non fosse stato per chi ha creduto in me dal primo momento, quando sicuramente era più difficile che adesso. Il ringraziamento va a Donato Brognara, la prima persona che ha voluto metterci la faccia con la videochiacchierata su YouTube. Il ringraziamento va ai Democratici Uniti, che mi hanno sostenuto da subito in maniera costante, discreta e non interessata. Il ringraziamento va a Paolo Tiziani della Lega Nord che, prima ancora che i Democratici Uniti, ha pubblicato sul portale della Lega le videochiacchierate in via Gaggio. Sulla brutta storia della terza pista, Paolo e io abbiamo preso strade diverse, ma sono convinto che Paolo non si sia pentito del suo appoggio, perché sa qual era e qual è il mio intento. Grazie anche a Walter Girardi e Gianfredo Ruggiero.
    Due assessori, in maniera strettamente privata, tempo fa mi hanno espresso il loro incoraggiamento. Il resto è stato un silenzio assordante.
    E ci sono stati anche commenti alle spalle poco lusinghieri sui video di vivaviagaggio su youtube, commenti da parte di chi adesso si è abbondantemente ricreduto, tanto da lodarmi, ma senza nemmeno il passaggio intermedio di uno «scusa». Grazie a Dio siamo riusciti ad andare avanti lo stesso e siamo arrivati a questa fase. Siamo ancora all’inizio. Avanti ancora, adesso. Compatti. E senza strumentalizzazioni, come sempre.

    «La risposta a chi si chiedeva se Lonate Pozzolo è una comunità in coma civico è arrivata da sola.» Se la Segreteria UdC, che firma il comunicato, ha usato l’espressione «coma civico» sa che sono io ad aver coniato il termine. Lo uso sul blog dei Democratici Uniti. Confermo: Lonate Pozzolo è drammaticamente in coma civico. Anche adesso. Un coma, che ora sappiamo essere forse reversibile. C’è chi si risveglia con le canzoni di Venditti, chi con “Io Abito In Via Gaggio”. O con le parole del Comitato. Ora, caro UdC e cari politici lonatesi, abbiamo bisogno anche di voi. Sappiamo bene che la salvezza del nostro territorio e della qualità della nostra vita è una partita che si gioca sui tavoli politici: quello della Regione Lombardia e del Comune di Milano innanzitutto. Continuate a sostenerci. Ogni giorno.

    Cordiali saluti.

    Roberto Vielmi
    Lonate Pozzolo (VA)»

    Colgo l’occasione per ricordare che, nei testi scritti, i puntini sospensivi sono da utilizzare nella misura di tre, senza spazio prima dei puntini e con lo spazio poi. La digressione fa riferimento alla mia campagna contraria all’abuso dei puntini.

    Concludo, citandomi (e qua concludo la sagra paesana dell’autorefenzialità, senza salamella, per ovvie ragioni): «A furia di sentirmi dire che divento lo strumento di qualcuno, mi sento quasi un Black&Decker!».

    Ciao. Sigla!

  2. Ciao Roberto,

    colgo l’occasione per ringraziarti di nuovo per la bella chiaccherata avuta ieri in occasione del sopralluogo in cava.
    Come anticipato, a mio avviso la terza pista non è una priorità SEA ma solo il mezzo per espropriare delle aree e sviluppare da subito una nuova cargo city.
    Il passaggio dei terreni da ministero difesa a ministero trasporti è avvenuto, a valori molto vantaggiosi per quest’ultimo
    Vedremo de questa mia intuizione si avvererà o meno.
    Un saluto.
    Giovanni

    1. Caro Giovanni, sono io a ringraziarti per il tempo che mi hai dedicato. Grazie per quello che mi hai fatto vedere e quello che mi hai fatto immaginare. Sì, ieri ho visto una Lonate-che-non-c’è. Era tutto così nitido. Non ho ancora scritto un resoconto, perché voglio trovare il tempo giusto. E quel tempo sarà stasera.

      La tua intuizione sulla terza pista è illuminante. E a maggior ragione bisogna far cambiare idea in Regione Lombardia. Lo scippo di Via Gaggio non s’ha da fare. Lo scippo di via Gaggio e tutto quello che ne conseguirà.

      Abbiamo speranze?

      Ciao e grazie ancora!

  3. Sono per la difesa e la tutela della Via Gaggio e dell’intera area.
    Un plauso a Roberto Vielmi per aver dato corso e corpo al comitato di “Viva Via Gaggio”. L’operazione di sensibilizzare, di creare interesse e movimento attorno ad un tema come quello della protezione dell’ambiente e dunque della salute è (come direbbe il prete) cosa buona e giusta.
    Ora si passa alla fase della raccolta delle firme. Contro la TERZA PISTA, CONTRO IL DISASTRO DEL TERRITORIO.
    Speriamo che in tanti si apprestino a sottoscrivere questa petizione. Io la sosterrò e inviterò coloro che conosco a condividerla. Sono sicuro che i semplici cittadini aderiranno. Anch’io vorrei sottoscriverla. Dico vorrei, perché ho appreso che anche alcuni amministratori locali, Sindaco in testa, si apprestano ad apporre la firma dandone un risalto che m’insospettisce. E questo mi frena.
    Ho già avuto modo di dire e di scrivere cosa penso del Sindaco e della sua amministrazione a riguardo del tema espansione Malpensa.
    Non credo alla loro buona fede. In questo momento si schierano dalla parte di chi difende l’ambiente solo per convenienza e opportunismo politico. Stanno tentando di impadronirsi di una protesta che non gli appartiene. I gesti e i comportamenti di questi ultimi 5 anni hanno dimostrato che quest’amministrazione di centro destra non ha fatto assolutamente nulla per contrastare l’ipotesi di avanzata dell’ampliamento dell’aeroporto. Hanno sempre attuato la politica del rinvio genuflettendosi ai poteri forti come SEA e REGIONE LOMBARDIA. Sono attori che recitano due parti della stessa commedia senza cambiare il vestito. Alla Domenica diventano ambientalisti, gli altri giorni della settimana pronti a condividere e promuovere operazioni a dir poco speculative (vedi avvio accordo di programma del così detto campagnone di Tornavento).
    La loro firma su questa petizione è una macchia che sporca l’originalità dell’operazione partita dal basso, dai semplici cittadini.
    Il fatto che si debba apparire attraverso i giornali per aver firmato come tanti altri sono operazioni di pura propaganda politica. Questa si che è strumentalizzazione caro assessore Patera. E’ strano che solo ora dopo essere stato in totale silenzio per oltre cinque anni l’assessore Portogallo si accorga che l’eventuale terza pista sarebbe un disastro. Ho un sospetto. Vuoi vedere che il tutto viene compreso da quando risiede in Tornavento?
    Si sono dimenticati questi del PDL e UDC che la questione AREA del GAGGIO è stata sottoposta come osservazione al PTCP a fronte della totale disattenzione di loro amministratori? Si sono dimenticati di quando gridavano contro l’operazione Alitalia ma, di fatto, era una promozione dell’ampliamento di Malpensa? Si sono dimenticati delle loro scelte urbanistiche che potrebbero compromettere l’immagine del territorio di Tornavento? Hanno letto la relazione del Documento di Piano del PGT dove non viene spesa una sola parola per la difesa dell’area in questione? Allora cos’è questa folgorazione sulla Via di Gaggio?
    E poi ancora sul linguaggio usato nei vari luoghi istituzionali. Fino ad oggi (a folgorazione non ancora avvenuta) non hanno mai e poi mai preso posizione in modo chiaro contro la Terza Pista sia in sede di Provincia che in quella della Regione. Hanno lasciato fare tutto quello che era possibile. Hanno lesinato le informazioni. Hanno sempre respinto ogni iniziativa proveniente dalla minoranza pur di tergiversare sul tema. Non ultima la strategia usata per respingere la mozione dei Democratici Uniti prima delle elezioni regionali, per giungere poi ad un mese di distanza ad approvarne una quasi identica. Ovviamente dopo la consultazione elettorale. In questo modo non si sono disturbati i vari candidati.
    Perché oggi mi dovrei fidare di questo inversione di posizione? Perché dovrei credere ad una maturazione sul tema?
    Dopo avere scritto tutto questo, abbandono il vorrei iniziale e firmerò la petizione. Mi sento impegnato nel fare uscire allo scoperto coloro che giocano alle tre carte.

  4. Se parecchi anni fa ho iniziato ad appassionarmi di Politica, quella con la P maisucola…lo devo a persone come Dn. Br.
    Ho riletto le sue parole, parecchie volte…insieme anche ai commenti relativi a post precedenti…che bene o male parlavano di Malpensa, Via GAGGIO e Terza pista.
    Ha da sempre sostenuto questa sua teoria e non è difficile almeno per me essere d’accordo con lui. Troppo repentino e improvviso questo cambio di rotta…l’immagine della folgorazione lungo Via GAGGIO ha un suo perchè.
    Ha ragione soprattutto quando guardandosi indietro, negli ultimi 5 anni, il dire e il fare non era mai uguali…e questo…è decisamente preoccupante.
    Ritengo che il comitato VIVA VIA GAGGIO abbiamo molto più bisogno dell’apporto, dell’esperienza, dell’intelligenza di Dn. Br. piuttosto che del vile tentativo di mettere un cappello “politico” alle iniziative che mette in cantiere…soprattutto dai saltimbanchi della politica.
    Come soleva dire spesso Livetti dobbiamo stare attenti a chi si mette il colore della maglia solo in base alla curva calcistica che frequenta, come faceva Pippo Franco in un film degli anni 80.
    Il comitato ha bisogno dei cittadini, del loro contributo…delle loro idee. L’idea stessa di Ecomuseo deve essere portata a conoscenza di tutti, deve essere discussa e condivisa, per questo nei prossimi giorni ci muoveremo in questa direzione.
    Fa notare una serie di questioni non indifferenti e non di poco conto. E’ stato lui durante la seduta intermedia della procedura di VAS a sottolineare il fatto che su Via Gaggio ne il pgt ne il rapporto ambientale dicevano nulla, così come l’attenta analisi degli ultimi 5 anni della precedente amministrazione..nei temi di Malpensa e di tutela di Tornavento.
    Il caso del 3X4 la dice lunga…e il fatto che oggi quell’area sia ricompresa tra le carte del pgt con il numero 47…dimostra quanto sia decisamente ambiguo e sospetto l’atteggiamento di chi governa oggi Lonate.
    Mi piace poi leggere che Dn. Br. abbia deciso di superare le sue diffidenze iniziali e di sottoscrivere il nostro appello…appello che tra l’altro condivide al 100%…e quindi con il suo contributo e con quello di tantissimi altri cittadini andiamo avanti nella nostra lotta di salvare Tornavento, Via GAGGIO e la Brughiera dalla sciagura che si chiama Terza Pista.

    1. Potrei scrivere per pagine e pagine, mi imporrò la sintesi.

      Caro Walter, anche io devo gratitudine nei confronti di Donato Brognara: non fosse stato per lui e per quel tempo che mi ha dedicato, chissà quando VivaViaGaggio sarebbe nato. E grazie anche a te, per quel sabato coi piedi nella neve. Senza di voi, avrebbe vinto il solito «silenzio assordante» che ha tentato di intimorirmi.

      Rispetto a te e a Donato, non ho visto niente di sporco nell’adesione di PdL e UdC alla petizione di VivaViaGaggio. «vile tentativo di mettere un cappello “politico” alle iniziative che [VivaViaGaggio] mette in cantiere»? No, davvero no. Fino a prova contraria, no. Altrimenti lo avremmo denunciato già, vero? Di sicuro non siamo qua a farci strum— strum— strum—. Davvero non riesco a pronunciare la parola.

      La classe politica tutta verrà messa alla prova già settimana prossima. Al termine della camminata del 1° Giugno, Via Gaggio Ha La Luna, annunceremo la nuova iniziativa di VivaViaGaggio. Proprio Walter – lo dico per chi ci sta leggendo – è già al lavoro. Lì i politici avranno l’opportunità di darci una mano o no. Lì si vedrà la vera comunanza di intenti. Per noi Via Gaggio è un’urgenza, un’emergenza. Vorremo risposte chiare e immediate. Non c’è tempo da perdere, da perdere c’è ViaGaggio. Questo è il rischio. Salviamola, tutti insieme.

      Regione (Lombardia), ragiona!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: