1 commento su “Prima giornata di raccolta firme”

  1. Ecco i primi dati dal Viminale, cioè la mia cucina: le firme apposte sui moduli sono state 258. Più dieci minorenni, che simbolicamente facciamo firmare su fogli separati e che noi conserviamo come reliquie. Non abbiamo smesso un solo istante di gestire il flusso delle persone. E abbiamo registrato le ultime due persone mentre smontavamo il gazebo.

    Sul nostro blog racconteremo la cronaca dettagliata del pomeriggio splendido splendente di via Gaggio. Dato che questo è uno spazio politico lonatese, condivido delle riflessioni di carattere locale.

    A Viva Via Gaggio – ripeto – va ascritto un merito grandissimo per la nostra Comunità: grazie al Comitato, sui giornali si è ritornato a parlare di Lonate Pozzolo in termini positivi. Nell’ultimo periodo, avvisi di garanzia, malavita, malaffare, querele, stupri, sequestri di persona, risse, aggressioni, arresti, processi l’hanno fatta da padrona. Viva Via Gaggio raduna la Lonate per bene che spera ancora in un futuro positivo per il suo Comune.

    Le quattro ore di raccolta firme di ieri sono state eccezionali. Duecentocinquattotto firme, ma soprattutto duecentocinquantotto persone con le quali abbiamo condiviso riflessioni, emozioni e l’indignazione massima per uno scempio che imcombe sulle nostre teste.

    Bello, trovare al banchetto tanti lonatesi che si incontrano in paese ma con le quali non si ha occasione di parlare. Bello parlare con la gente di Tornavento, che ancora non è rassegnata. No, Tornavento non è ancora rassegnata come credevamo. La gente di Tornavento era solo indimidita e intimorita. Viva Via Gaggio libera le paure e continua a chiedere a gran voce: CHI HA DECISO CHE LA TERZA PISTA SI DEBBA FARE PER FORZA? IN NOME DI CHI?

    A Lonate Pozzolo monta la rabbia. Che va di pari passo con la speranza.

    La Società per Azioni SEA deve tante spiegazioni. Le deve alla tanta gente che non capisce e che è disgustata da quel che sta succedendo. Anche Viva Via Gaggio è una società per azioni: la prossima azione, un nuovo banchetto, sempre in Via Gaggio, domenica prossima. Domenica pomeriggio e forse anche la mattina. Lo decideremo alla riunione del Comitato di questa sera. Riunione del comitato, alla quale invitiamo chiunque fosse interessato a contribuire alla causa, dedicando del tempo alla raccolta firme. Si scriva a vivaviagaggio@gmail.com per entrare in contatto con noi.

    Ah, fra i duecentocinquantotto abbiamo salutato volentieri la presenza di rappresentanti del Consiglio Comunale di Lonate Pozzolo. A dirla tutta, non sono mancati Consiglieri e Assessori di altri paesi qua attorno. Siamo grati alle autorità pubbliche cittadine per essere intervenute. Non li nomino per rispetto della riservatezza. Mi piacerebbe che fossero loro a testimoniare la loro adesione. Dai politici locali ci aspettiamo molto: la salvezza di Via Gaggio e di Tornavento sono i temi più importanti di Lonate Pozzolo. Tutti gli altri temi sono istanze, questa è un’emergenza. La componente politica sarà determinante per la salvezza della Via Gaggio e di Tornavento. Il grosso della partita si gioca sui tavoli di Regione Lombardia e del Comune di Milano. Tempo fa ho scritto a Letizia Moratti, sai? Mica mi ha risposto, mannaggia! Riproveremo. Magari la prossima volta le farò la serenata sotto la sua finestra con la chitarra in mano. Cantando cosa? Eh… troppo facile: Io Abito In Via Gaggio. Sigla!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: