16 pensieri riguardo “Schiamazzi al Parco San Rafael”

  1. Io abito di fronte al parco e mi dissocio subito da quei vicini che insorgono, io non insorgo. Già da tempo qualcuno mi ha proposto di firmare una petizione di quartiere, ma io mi sono rifiutata categoricamente. E’ vero, a volte si sente qualche rumore, ma di notte io sento tutto l’anno solo il rumore degli aerei (ma non avevano mica abolito i voli notturni??). So per certo che la gente del quartiere si lamenta, giustamente, degli schiamazzi notturni, ma se c’è un regolamento deve essere fatto rispettare dagli enti preposti (vigili, carabinieri, ecc,ecc), però niente sceriffi, per carità.
    So altrettanto per certo che alle stesse persone che sono infastidite dai rumori notturni, danno fastidio anche i rumori diurni. Insomma, vorrebbero un parco silenzioso a tutte le ore, ma stiamo scherzando? Rispetto delle regole si, silenziare (ma che brutta parola)no o comunque solo di notte.
    Buonanotte a tutti.

  2. “Noi come partito appoggiamo qualsiasi protesta dei cittadini che richiedono più controlli e sicurezza: una sensibilità che fa parte del nostro DNA”

    Più che di sensibilità, mi sembra che si tratti di cavalcare l’onda dell’insicurezza a volte creata ad arte, per dare una risposta che susciti consenso.
    E quando dico “creata ad arte” non mi sto riferendo a qualcuno in particolare (lo dico perché so che le querele partono molto facilmente), ma vi invito ad esaminare un grafico dell’Osservatorio di Pavia, che mette in relazione l’effettivo numero di reati, la copertura mediatica che hanno avuto e la (famigerata) percezione di sicurezza.

    Controlli e sicurezza, le parole magiche che attirano l’attenzione, ma che spesso non vogliono dire nulla.
    Cosa c’entrano gli schiamazzi notturni (che non nego possano essere fastidiosi) con la sicurezza?

    Leggere una dichiarazione di questo tipo, quando in questi giorni ci sono notizie come questa e come questa, a me preoccupa. E non poco.

    1. Penso anch’io che la sicurezza e gli schiamazzi siano cose ben diverse. Si respira ovunque questa strisciante intolleranza verso tutto ciò che che da fastidio al singolo individuo, bisognerebbe ragionare sul termine di comunità.
      Sarebbe gravissimo se anche a Lonate un giorno, oltre a tutto il resto, leggessimo anche le notizie raccapriccianti che hai citato in fondo al commento. Sai, si comincia col silenziare i parchi e si potrebbe finire, ahimè, col silenziare tutto e tutti e questo non mi piace affatto.
      W i bambini che giocano nei parchi e le persone che hanno il diritto di frequantare i parchi nelle ore stabilite dal regolamento.
      Ciao

  3. Il DNA della Lega (con la “L” maiuscola naturalmente)sembbra sia sempre più quello di governare ma di far finta di esser governati.
    Già ma a Lonate la Lega è all’opposizione… anche se sul sito della Lega di Lonate si legge che PDL e PD sono uguali.
    Forse c’è un po’ di abile confusione.

  4. Ciao Nadia, Lorena, Loi, tutti.
    Dico la mia: una cosa è la tolleranza, la sopportazione, del singolo; un’altra, sono le regole.
    Lo strumento che la comunità si dà per una pacifica convivenza è la norma scritta. La si applichi. Se è sbagliata, la si cambi.

    Per far rispettare la norma, serve davvero una raccolta firme? Serve una mobilitazione di parte di un singolo raggruppamento politico? Saremmo conciati male.

    Eppure è così: in Italia non abbiamo la forza di far rispettare le Leggi che noi stessi scriviamo. E… chi non conosce la sua scrittura, è – così si dice – un asino di natura.

    Lonate Pozzolo è in Italia. Lonate Pozzolo è un luogo in cui le prostitute si prostituiscono esattamente sotto il cartello di divieto della prostituzione. Se dovessi spiegare a un Alieno in gita alla Terra che cosa è Lonate Pozzolo e che cosa è l’Italia, lo porterei proprio là alla rotonda in fondo a via Molinelli. E poi anche al Parco San Raphael. E poi – sì – anche in piazza S.Ambrogio verso mezzanotte nei pressi del nuovo negozio di kebab (buonissimo, fra l’altro). Chi vive (a) Lonate sa. CIAO!

  5. E’ mai possibile che non posso assentarmi dall’Italia e da questo paese per 2 giorni che viene subito fuori un casino? 🙂 allora facciamo un po di chiarezza:
    1) Voi, e per voi intendo gente che scrive su questo strumento democratico di scambio di idee, altro che querelare, mi avete insegnato che le forme dei giornalisti a volte non esprimono esattamente il concetto. Domanda? Ma cos’ha detto di così fantascientifico Mantovani? Dove c’è una forma di protesta perchè vengano fatte rispettare le regole (quindi anche il decreto sicurezza) la Lega c’è e ci sarà sempre!!! Ha detto che va in giro lei a raccogliere le firme???NO!!! e quindi? Se uno viene in sezione ed espone dei problemi, i casi sono due: o pensi che siano cazzate, oppure pensi che abbia ragione. Se è la prima non ti muovi,se è la seconda ti muovi con i mezzi che la democrazia ti ha messo a disposizione!!Quindi? Dov’è il grandissimo problema??Poi se a uno che abita di fronte al parco fa piacere che alle 2 di notte si faccia casino, non vedo perchè gli altri non debbano protestare?!? Cosa c’entra l’intolleranza proprio faccio fatica a capire.
    ..Loi..io credo che tu abbia fatto un po di confusione..a Lonate la Lega è all’opposizione!!!Il PDL governa!!!E i DU a volte (vedi la mozione sul patto di stabilità, o mozioni presentate da loro e prontamente emendate dal PDL con l’accettazione) fanno delle azioni che a noi della Lega ci risultano molto vicini.
    !!Di più: ci fosse una volta che la richiesta della Lega NON venga bocciata da tutti e due PDL+DU. Ecco perchè secondo noi sono uguali. Domani ho l’aereo per Londra, sfogatevi pure 🙂 🙂
    Grazie e ciao

    1. Ciao Paolo
      temo che tu non possa partire per Londra … almeno non domani 🙂
      Ti chiedo un favore … non ci sono problemi a inserire dei link al sito della Lega Nord nei tuoi commenti, lo hai fatto in diverse occasioni e continua a farlo, anche più spesso. Penso che arricchisca il confronto e che permetta a tutti di valutare posizioni e di recuperare i documenti pubblicati dalle diverse forze. Però, per favore, fai lo stesso anche quando pubblichi sul sito della Lega Nord di Lonate (o su facebook) del materiale preso da questo blog. Non mi sembra tanto bello vedere un pdf statico che impedisce di vedere l’evolversi della discussione. Sembra quasi che si voglia riportare solo un pezzo della discussione … Grazie
      … e buon viaggio 🙂 … in fondo a Londra puoi arrivarci anche in treno 🙂 🙂

    2. Ho anticipato io che Lonate è governato dal PDL: del resto non è difficile da capire…ci sono tutti gli indicatori.
      Però…Lonate è in provincia di Varese, regione Lombardia, Italia: la Lega qui è..padrona di casa e le regole si fanno qui.
      Con così tanto potere che vantate e che gli elettori vi hanno democraticamente riconosciuto, non basta raccogliere i mal di pancia dei lonatesi, bisogna saperli guarire, altrimenti “l’abile confusione” diventa anche una “manifesta strategia”.

      1. “Fatto” e funziona anche, il circuito si chiude.

        Posso partecipare alla “ronda”,è più popolare dire camminata in compagnia,
        in p.za s.Ambrogio per gustare un kebab.

        ciao

  6. Ronda su ronda / il mare mi porterààà…
    Ieri sera a Lonate Pozzolo è andata in scena la prima ronda della storia del Comune. Una ronda alquanto bizzarra, una ronda arabo-padana. Piazza Matteotti, un giovedì d’aprile, nove di sera. Io stavo tornando in bici verso casa, il mio amico Paolo stava andando in macchina verso chissà dove. Ci siamo visti, riconosciuti, fermati. Entrambi avevamo fretta, ma per un amico il tempo si trova sempre. Quattro chiacchiere e quattro passi. Quattro passi, dove? Come dove? Dove, se non in via Novara, nella mitica via Novara. Tante volte ne abbiamo parlato sul blog e finalmente eccoci qua, anzi , nei cento metri di strada bordata sette giorni su sette da spazzatura mal-differenziata, da puzza di piscio, da spaccio di coca, da coltelli che si aprono, da vetri di bottiglia che si puntano alla gola, da schiamazzi che allietano le notti dei residenti.
    Io lì ci passo quattro volte al giorno. A piedi. Paolo ci passa un po’ di meno, così l’ho voluto accompagnare nell’inferno zozzo di Lonate Pozzolo.
    Pronti-via, al quarto passo siamo stati quasi-investiti da una Citroen Berlingo bianca che, dal parcheggio fuori dal bar, è partita sgommando a tutta velocità ed è schizzata da parte a parte della strada, col motore urlante e isterico. La macchina sbandava in ripresa e noi due eravamo attoniti sul marciapiede, a bordo muro. Paolo e io abbiamo cominciato a ridere, per non piangere. In sottofondo, le grida del capannello di gente fuori dal bar, ancora aperto. Abbiamo continuato a camminare e, in fondo alla via, siamo stati attirati dai sacchetti di spazzatura che il camion non raccoglie. C’era anche l’immancabile bottiglia vuota di birra. Siamo ritornati indietro. Gli schiamazzi, in idiomi a noi sconosciuti, ci hanno accolto di nuovo. Si sono attenuati solo quando le persone hanno iniziato a scrutare quella strana coppia. Io, a loro, non sono per niente nuovo. Avessero saputo che il mio amico è il segretario locale della Lega Nord…
    Lonatesi, riprendiamoci via Novara. Riprendiamoci Lonate Pozzolo. Altre telecamere? No, lasciamole a Cenale5. Usciamo! Viviamo in Comune, viviamo il Comune.

    1. E non è finita quì. Siccome se metti un arabo con un padano ti diverti un mondo -), ne faremo ancora di ronde..e chissà dove? Ma un messaggio deve passare: RIPRENDIAMOCI VIA NOVARA!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...