Bilancio 2009 in Consiglio Comunale

La Prealpina del 25 marzo 2010
La Prealpina del 25 marzo 2010

Classico esempio di articolo preconfezionato: non c’è alcuna traccia della discussione che si è sviluppata in Consiglio.

D’altra parte sarebbe stato difficile pubblicare sul quotidiano di oggi la cronaca della trattazione del punto all’ordine del giorno del Consiglio Comunale di ieri relativo al bilancio 2009, visto che è terminata alle 23.50.

Ancora più difficile la pubblicazione della cronaca se si considera che il cronista non c’era…

Quindi, per precisare quanto successo, io no ho sentito l’assessore al bilancio dire “abbiamo soddisfatto dal punto di vista qualitativo e quantitativo i servizi erogati con una particolare attenziona al campo sociale”… anzi, ho sentito dire al Sindaco che l’obiettivo primario era il mantenimento del patto di stabilità. Se poi si riesce a mantenere anche qualche servizio, tanto meglio, ma l'”orgoglio”, anche del capogruppo Andreoli, è per essere riusciti ad incastrare le cifre in modo che i requisiti del patto fossero rispettati…

Chissà se fosse caduta un trave della Sala Polivalente! Chissà se il Consiglio Comunale fosse stato sospeso e rinviato per un evento straordinario! Chissà… chissà… chissà…
…chissà se la Prealpina sarebbe riuscita a bloccare l’articolo precotto.

2 pensieri riguardo “Bilancio 2009 in Consiglio Comunale”

  1. Ho scoperto dov’era Matteo Bertolli ieri sera: moderava il confronto tra i candidati sindaci di Samarate. Non essendo neppure lui dotato del dono dell’ubiquità non ha potuto partecipare al nostro consiglio comunale ed evidentemente ha preparato l’articolo in anticipo con l’intento di dare comunque copertura all’evento …
    Cosa posso dire? che se dovesse capitargli ancora di essere in una situazione analoga offro pubblicamente la mia disponibilità a dargli in anticipo delle indicazioni su quello che potrebbe essere il punto di vista della minoranza (pardon, di una parte della minoranza).

    1. …infatti qua non è una faccenda del singolo giornalista. Già in altre occasioni ho avvertito l’esigenza di distinguere il lavoro di un dipendente – o collaboratore – e le linee editoriali di un giornale. Matteo Bertolli non è La Prealpina: non può lui? Si provveda diversamente. E possibilmente senza articoli precotti.

      Dopo il…p-e-z-z-o di Domenica, ora la Prealpina incappa in questa patacca. Peccato. La stampa locale ha una sua nobiltà, invece talvolta si riduce a giornalino delle scuole medie. E in questo momento mi sento di essere in torto nei confronti dei giornalini delle scuole medie. Chiedo umilmente scusa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...