Affari sospetti nel Parco del Ticino

Repubblica MilanoAffari sospetti nel parco del Ticino silurata la guardia che li denunciò

La Repubblica Milano del 3 marzo 2010
La Repubblica Milano del 3 marzo 2010

La Provincia di VareseMangiavano il territorio. E si arricchivano

La Provincia del 3 marzo 2010
La Provincia del 3 marzo 2010

SateliosnewsSequestrata a Lonate la cava riempita di rifiuti
VareseNotizieTraffico di rifiuti pericolosi: sequestrata una cava
Il Giorno VareseSotto sequestro la maxi cava di Lonate Pozzolo

4 pensieri riguardo “Affari sospetti nel Parco del Ticino”

  1. Ma siamo proprio sicuri che il nostro Primo Cittadino stia dicendo la verità sul problema dello scavo abusivo e successivo inquinamento ambientale della cava della famiglia Seratoni?
    Afferma che l’amministrazione ha fatto tutto quello che poteva e doveva fare per incassare le sanzioni erogate.
    Ci deve spiegare allora come mai L’amministrazione, nonostante i SOLLECITI SCRITTI inviati da noi dell’Ufficio Tecnico NON SI E’ OPPOSTA NEI TERMINI DI LEGGE AI RICORSI AL T.A.R. PRESENTATI DAI CAVATORI CONTRO LE SANZIONI EROGATE.
    Comportamento assolutamente degno di approfondimento da parte degli inquirenti e magari oggetto di una interrogazione consigliare, non trovate?
    Non mi pare che la nostra amministrazione navighi nell’oro ed anche se fosse tale comportamento denota quanto meno una CONNIVENZA con gli inquinatori sopracitati (E CLIENTI).
    O forse il nostro Sindaco a furia di stare a contatto col Sig. Furlanetto del Parco, come si legge in un articolo riportato qui nel blog, ha contratto lo stesso VIZIETTO?

    1. Per mesi non ho fatto menzione del mio lavoro, poi mi sono visto costretto, per respingere con sdegno e fierezza una vera vigliaccata. Contrariamente a quanto pensa qualcuno, non sono un attivista politico. Avessi voluto, avrei potuto rovinare politicamente la persona che ha perpetrato il colpo basso. Una grossa ingenuità, mista a cattiveria, da parte sua. Umana pietà, da parte mia. E ancora aspetto delle scuse. I maratoneti (convalescenti) come me fanno della pazienza un’amica. Io sono qui.

      Tutto questo per dire che ho dovuto affermare che sono un dipendente dell’Unione dei Comuni di Lonate Pozzolo e Ferno. Lavoro nell’Ente Comunale di Lonate Pozzolo dal 1994 (giunta Maffei, mio primo assessore: Giovanni Desperati, che saluto). Bene, la noiosa premessa è per dire al Sig. Geometro che il passaggio «Noi dell’Ufficio Tecnico» è una cattiveria gratuita. Anzi, non gratuita: dannosa. Ah, sì, parto dal presupposto che si tratti di una balla. Ovvio. Nessuno dell’Ufficio Tecnico ha mandato il messaggio, ci scommetterei. In ogni caso scoprirlo è un attimo.
      Ecco, Sig. Geometro sappia che sicuramente avrà messo in difficoltà delle persone, dei lavoratori che nulla hanno a che fare con questa storia.

      Vedo che il Sig. Geometro ha aperto un blog tutto suo: http://geometro.wordpress.com : vedremo se le rivelazioni continueranno. Magari con un recapito reale al quale potersi rivolgere.

  2. Protocollo n.° 00003 – – – – – – – – Lonate Pozzolo, 05/03/2010

    Carta intestata:
    Dott. Roberto J. Vielmi (l’iniziale del secondo nome è inventata, ma fa… bullo)
    Consulente scienziato della politica
    S.A.P.-Utello srl.
    Via Dei Matti, n°0
    21015 Lonate Pozzolo (MXP)

    Alla cortese attenzione di: Egrr. Sigg. Politici

    ————————————-Gentile Geometro

    OGGETTO: La semina delle insinuazioni e la ricerca della verità.

    A seguito dei commenti del Gentile Geometro e del conseguente clima di fermento che sicuramente si sarà generato nelle redazioni dei giornali locali, nelle stanze degli amministratori del blog e fra le scrivanie delle persone più o meno direttamente tirate in ballo, offro una mia consulenza gratuita per cercare di analizzare la situazione con scienza e coscienza.

    In quest’epoca, che ha polverizzato il concetto di tempo e quello di spazio, la politica si sviluppa in tempo reale. Il giornalino trimestrale è un relitto del passato, l’alternativa è la Rete, aggiornata infinite volte, a costo zero o quasi, ad ogni ora di ogni giorno di ogni mese di ogni anno. La Rete è lo strumento che, nonostante i bavagli possibili, più di altri sfugge al controllo e alla censura delle oligarchie. La Rete è il vero potere del popolo, è la vera democrazia. Con sostenibili spese di connessione, ognuno ha diritto di parola. Certo è che poi se ne deve assumere le responsabilità.

    Tra persone per bene – e per bene intendo coraggiose – l’anonimato è da rigettare. Certo, poi io penso anche al mio quasi omonimo, che per un semplice commento tecnico pubblicato proprio su questo blog, ha dovuto subire delle azioni disgustose, che hanno coinvolto terze persone e per le quali sta ancora aspettando delle scuse (+393475151219) da parte dell’aggressore (in quanto politico, in quanto uomo e in quanto religioso) per i danni morali subiti. Nonostante ciò, stigmatizzo la pratica del lancio del sospetto – disciplina olimpionica – e invito il Sig. Geometro a dichiarare quel che sa nelle opportune sedi, magari poi informando anche il blog del seguito delle sue azioni.

    Fare politica, a qualunque livello, abbia come unica metà la ricerca della verità e non la semina delle insinuazioni.

    Le insinuazioni comportano un’immane perdita di tempo, qui invece c’è tanta fretta.

    Rimanendo a disposizione per ulteriori chiarimenti, ringrazio per lo spazio e l’attenzione concessi.

    Porgo distinti saluti.

    Dott. Roberto J. Vielmi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...