Si ripara il tetto della scuola

La Provincia di Varese di domenica 21 febbraio 2010

… debbo essermi distratto per qualche minuto durante il consiglio: non mi sembrava ci fosse all’ordine del giorno la decisione di riparare il tetto della scuola.
Ero rimasto all’approvazione del PII “Gioellezeta” e ai problemi principali che, a mio parere, ha sollevato:

  1. un conflitto di interesse talmente evidente da impedire all’assessore di partecipare alla discussione e
  2. il fatto che interventi rilevanti sulla destinazione di ampie fette del territorio di Lonate vengano discussi in assenza del piano strategico di gestione del territorio (per riprendere quello che, involontariamente, è diventato il tormentone di questi giorni, mi vien da dire “dov’è il PGT?“)

5 pensieri riguardo “Si ripara il tetto della scuola”

  1. Il tormentone del dov’è (riascoltiamolo qua, verso la fine del file) è stato uno dei momenti più intensi di tutta la nuova amministrazione Gelosa.

    I consigli comunali attualmente sono un one man show del Sindaco Piergiulio Gelosa, un vero mattatore della seduta. Fa tutto da solo, forte della sua pluridecennale esperienza in politica. Conoscitore dei più reconditi gangli dei procedimenti, tecnico specializzato degli ingranaggi, buona capacità oratoria che sa spaziare dalla battuta alla reprimenda nel giro di un battito di ciglia (o di un occhiolino), il suo stile è impeccabile. Completamente padrone della situazione. Sempre. E quando la situazione lo richiede -tentennamenti, incertezze, difficoltà-, interrompe anche i suoi collaboratori di Giunta e risponde in prima persona a ogni tipo di quesito. I consiglieri di minoranza paiono spesso in difficoltà a replicare agli interventi del Sindaco.
    Il tormentone del dov’è ha incrinato il controllo totale del Sindaco, che ha tradito fastidio e stizza nella risposta ai commenti di Giacomo Buonanno. Assistendo alla seduta, la tensione del Sindaco è parsa evidente, l’audio restituisce le stesse dinamiche del momento.

    Stanotte è andata meglio, sono riuscito a dormire un po’. La stanchezza mi ha costretto a qualche ora di sonno. Prima dell’alba però sono già qua. E il tarlo nella testa picchia sempre più forte: il P.G.T. DOV’È? DOV’È? DOV’È? DOV’È? DOV’È? ALLORA NON C’È, DOV’È?

    Ciao e buona settimana

  2. Era prevedibile. Il rifacimento del tetto della scuola elementare Dante giustifica il PII “Gioellezeta”. Dove sta la logica in questa operazione?
    Semplicemente fare cassa. Che importa dell’irreversibilità dell’operazione urbanistica. Questa maggioranza (alcuni con la consapevolezza -pochi- altri per venerazione del Sindaco) sta massacrando il territorio. E siamo solo agli inizi.
    Altri due strutture di media vendita (traduzione popolare supermercati), una nuova rotonda sulla via per Busto, sulla quale viene riversato l’intero traffico del comparto in questione. All’osservazione fatta dall’opposizione il sindaco risponde che è meglio un’altra rotonda che fastidiosi dossi. Capite qual’è il livello di riflessione di chi ci governa?
    E l’assessore al commercio Patera? Non ha nulla da dire? E’ questo il tanto decantato aiuto al piccoli negozi di paese?
    Dimenticavo per un attimo che a Oleggio il problema non c’è.
    E poi c’è il favore al privato di 1800 mc di residenza. La giustificazione sembra essere quella che gli eventuali lavoratori, che troveranno occupazione (altra parola magica), potranno vivere vicino al posto di lavoro. Non è bello tutto questo?

  3. È uno scandalo che per sistemare il tetto di un edificio che offre un servizio pubblico si debbano assecondare i desideri di espansione di un privato, andando a deturpare il territorio. Essendo lo stabile di proprietà comunale una buona amministrazione dovrebbe avere un fondo di riserva per la manutenzione degli immobili di sua proprietà, in caso contrario accenda un mutuo. Non si può legare il funzionamento di una scuola alla speranza che un privato decida di costruire, chiedendogli in cambio di far eseguire dei lavori a cui il comune stesso dovrebbe provvedere.
    Domanda? E se il privato in questione non avesse presentato il progetto, fino a quando il tetto di quell’edificio (di valore storico) sarebbe rimasto nelle condizioni attuali rendendo la scuola inagibile per metà?

    1. Caro Alby – e caro si fa per dire – ecco che, mio malgrado, debbo violare il nostro consueto silenzio e ritornare a rintuzzare i fendenti menzogneri, che lasciate scrosciare come sciacquoni del water.

      Innanzitutto l’età del tetto della scuola elementare è maggiore rispetto alla mia e alla sua, messe insieme. Sei anni fa come pensava che fosse quel tetto? Una meraviglia della scienza e della tecnica? Oppure Lei pensa che, da sei anni a questa parte, la maggioranza si riunisca lassù a far grigliate, usando le tegole come barbecue?

      Accendere un mutuo? La informo che i mutui non vengono erogati dalla Caritas Ambrosiana. Esporsi in un momento così delicato è azzardato.

      Deturpare il territorio? Ma cosa dice? Quegli interventi sono compatibili con il vecchio P.R.G., ancora validissimo. Non si andrà a deturpare un bel niente. Lei ha mai fatto pic-nic in quell’area, tanto per capirci? Noi invece andiamo a creare sviluppo, a far girare l’economia, a favorire occupazione. Che cosa volete di più?

      A voi disfattisti non resta che lasciar presagire scenari spettrali, noi invece scegliamo l’ottimismo, la positività, l’Amore. Lonate è bella. A voi lasciamo gli incubi e i malauguri.

      Infine, che dire di «E se il privato in questione non avesse presentato il progetto». E se…domani, e sottolineo se. Con i se e i ma non si fa la storia. Neanche quella di Lonate Pozzolo. Il privato c’è, il progetto pure. Lonate Pozzolo va avanti: chi ci ama, ci segua. I risultati elettorali ci fanno capire che non resteremo soli.

      Alby, si contenga.

      Cordialità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...