Terza pista e traffico aereo

Torno sul tema della terza pista prevista dal piano strategico di SEA per lo sviluppo di Malpensa.
I dati pubblicati da AEA (Association of European Airlines – www.aea.be) e riportati da Repubblica (“Traffico aereo, crollo nel 2009 più che per le torri gemelle“) indicano chiaramente un calo del traffico aereo europeo pari al 10% rispetto al massimo raggiunto nel 2007.

Traffico Aereo in Europa 2002-2009
Passeggeri in Europa 2002-2009 (Migliaia/mese) (Elaborazione su dati AEA - http://www.aea.be)

In questo scenario continentale ha senso parlare di 70 milioni di passeggeri a Malpensa? ha senso prevedere uno sviluppo dell’aeroporto superiore al 300% nei prossimi dieci anni? Il grafico riportato qui sopra dimostra come, a livello di continente europeo, la crisi economica ci abbia riportato ai livelli del 2005.
Intendiamoci, non sono contrario allo sviluppo economico dell’aeroporto (sarò ingenuo, ma voglio sperare che lo sviluppo di Malpensa possa “arricchire” anche questo territorio e non solo il comune di Milano, principale beneficiario degli utili distribuiti da SEA SpA). Mi chiedo solo

  1. Qual è il massimo carico infrastrutturale sopportabile da questo territorio? Voglio dire: c’è “spazio” per la terza pista?
    Quando pongo questa domanda non faccio riferimento soltanto ai 330 ettari (… come se fossero pochi …)  necessari per realizzare effettivamente la pista e, mi auguro, tutte le strutture collegate, ma voglio intendere anche tutti i servizi (trasporto, accoglienza, sanità, …) per i previsti 70 milioni di passeggeri.
  2. Siamo sicuri che sia il momento giusto per discutere di questo ampliamento? Cioè, la terza pista serve oggi?
    Non che io ritenga giusto rimandare sine die le infrastrutture per il trasporto e le opere rilevanti (come è successo per la pedemontana, che sarebbe stata più utile vent’anni fa), ma ho l’impressione che sia un po’ presto rispetto alle reali esigenze dell’aeroporto. Dal piano strategico presentato da SEA (lo trovate sul sito di ADR: “Due Hub, un unico obiettivo“) sembra che bastino due/tre anni per realizzarla. Non sarebbe meglio accertarsi che le condizioni economiche garantiscano davvero lo sviluppo auspicato? In fondo aeroporti simili (Gatwick, per esempio) riescono a gestire un traffico pressoché doppio di Malpensa grazie ad una maggior efficienza di gestione e anche alla dichiarata abilità dei controllori di volo.

Io sono convinto che i controllori di volo italiani siano almeno bravi quanto quelli inglesi e che SEA abbia le competenze per assumere un ruolo di leadership nel panorama dei gestori degli aeroporti in Italia e anche in Europa (e lo dimostra anche la linea strategica presentata di recente da Bonomi, in cui non la terza pista non è citata), ma dovrà accettare la sfida di puntare a un elevato livello di efficienza, condizione peraltro necessaria a garantire la competitività del sistema Malpensa rispetto ad altri sistemi più o meno vicini.

3 pensieri riguardo “Terza pista e traffico aereo”

  1. Aggiungo una seconda considerazione rispetto a quanto giustamente detto dal Prof. Se andiamo a vedere lo studio MITRE, vengono calate delle isofone che non corrispondono alla realtà odierna e che non corrispondono nemmeno alla situazione di massimo sviluppo quando si viaggiava sui 24 milioni di passeggeri, merci escluse. Le siofone rappresentano il rumore a terra, cioè quello che si percepisce. Bene non si riesce a capire quali dati SEA abbia fornito a MITRE per dire che con la terza pista si avrà una riduzione del rumore; questo lo si evidenzia dal fatto che se io verifico le isofone presentate dallo studio MITRE, senza la terza pista, e le confronto con quello utilizzate a suo tempo per la delocalizzazione (1° bando) le case di LONATE che sarebbero dovute essere delocalizzate sarebbero state solo il 5% rispetto a quante poi sono state delocalizzate.
    Quindi la domanda è semplice, quanto “pesante” per le conseguenze: MITRE è così “INDIPENDENTE e AUTOREVOLE” rispetto allo sviluppo di Malpensa?
    Stanno imbrogliando le carte per poi dire e dimostrare che con la TERZA PISTA il rumore sparisce?…meditiamo

  2. Bene tutta la raccolta di dati che dimostrano come la terza pista non sia attualmente necessaria. Però attenzione “all’attualmente”. Non possiamo dire no alla terza pista basandoci solo su dati tecnici e di sviluppo di Malpensa.
    La terza pista in questo territorio non ci può e non ci deve stare perchè non è compatibile e sopportabile dall’intero territorio. La terza pista (altro che diminuzione del rumore) è la condanna a morte per l’intera frazione di Tornavento.Dunque non è compatibile e accettabile. La terza pista diventerebbe un disastro acustico per il comune di Vizzola e Castelnovate. Dunque non compatibile e accettabile.
    Oggi abbiamo, con l’attuale aeroporto, ambiti di terrirorio già ampiamente compromessi (vedi delocalizzazione). Quanto ancora ne dobbiamo sacrificare? L’attuale Malpensa ha delle potenzialità, da tutti riconosciute, da potere raggiungere 35/40 milioni di passeggeri, cosa che comporterebbe comunque uno studio su ciò che significherebbe la ricaduta sul territorio.
    Vogliamo lavorare su queste potenzialità? Vogliamo stare nei limiti di accettabilità (e di sopportazione) dell’intero territorio? Questo è lo sviluppo sostenibile.
    C’è la piena consapevolezza del problema del lavoro, dell’occupazione. Vogliamo coniugare questo diritto all’altrettanto diritto della qualità della vita?

    1. Ciao, oggi ho videochiacchierato con Gianfredo Ruggiero dell’Associazione Excalibur. Ho materiale per almeno trenta minuti. Nei prossimi giorni pubblicherò. Si trattavano proprio questi temi.

      Chiunque, ma proprio chiunque, abbia qualcosa da dire sul tema di Malpensa, Terza Pista, Tornavento, Area del Gaggio, mi può contattare a roberto.vielmi@gmail.com

      ciao, mi metto al lavoro con forbici e colla.

      VIVA VIA GAGGIO!
      http://www.youtube.com/vivaviagaggio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: