1 commento su “Rete libera promossa dal GULLP”

  1. Io c’ero. Complimenti a Luca Perencin, che si è messo in mente di tessere un “social network” fatto di carni e di ossa.
    Stimolare gruppi a Lonate Pozzolo è facile più o meno quanto avviare un Autogrill nel mezzo del deserto del Sahara.
    In sala, pochi presenti. Speriamo almeno siano stati buoni.
    Sono stato contento di aver finalmente conosciuto Filippo Facco, che ha firmato il pezzo di cui sopra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: