Ancora sul tema dell’amianto

La Prealpina di martedì 8 dicembre 2009 - Pagina 12
Annunci

One thought on “Ancora sul tema dell’amianto”

  1. [DISCLAIMER: FESSERIA FUORI TEMA] Hai presente quei finti medici che esercitano senza aver conseguito la laurea e l’abilitazione? Una volta ogni tanto ce n’è sempre uno che assurge agli onori della cronaca. Lo stesso sono io, che millanto crediti in area di sociologia, antropologia ed etnometodologia. Sociologia, antropologia ed etnometodologia…applicate al Consiglio Comunale. Ne ho visti più quest’anno che nei precedenti trentotto di vita. Ricchi di spunti interessanti, che spesso esulano dagli ordini del giorno. Analisi cinetiche, prossemiche e posturali raccontano molto più di quanto le parole non dicano.
    E poi, chicca fra le chicche, c’è il riscontro dell’effetto imitativo. Semplicemente splendido. Così come il giocatore di calcio del campetto di provincia imita il suo Del Piero, Gattuso o Balotelli di riferimento; così come sul palco durante i miei concerti mi ritrovavo a richiamare le mossette di Mick Jagger, Morrissey o David Gilmour di turno, così anche i nostri politici locali – in pensieri, parole, opere e omissioni – si ispirano ai politici nazionali, così come sono ritratti in pubblico consesso. Tra i vezzi e malvezzi del politici, ce n’è uno particolarmente ricorrente e fastidioso: chiacchierare col politico vicino, quando un collega – anche della sua stessa compagine – ha la parola. Chiacchierare, spesso con sghignazzatina, tanto per far spudoratamente capire che si sta parlando d’altro. In quel plateale disinteressarsi si vuole trasmettere un senso di superiorità, padronanza della situazione, controllo. Lo fanno quelli famosi, lo si fa anche a Lonate Pozzolo. Visto dal pubblico, è un gesto di poco rispetto. Se proprio proprio non è una cosa urgente – tipo comunicare al vicino che gli sta andando a fuoco la casa – sarebbe meglio appuntarsi il pensierino sul foglietto e confrontarsi a fine seduta. Il Consiglio Comunale è pur sempre un momento laicamente solenne.
    A dir la verità, io ho notato questo atteggiamento e ne ho preso atto con piglio scientifico, senza esserne troppo risentito. Chi invece, assoluto debuttante, avevo portato al Consiglio Comunale con me ha invece rimarcato il gesto come poco rispettoso nei confronti del pubblico non pagante, che lo sottolineerà. (citazione nobile, che non fa mai male. È da spunto per la colonna sonora del commento). Pari censura è stata usata anche per qualche rappresentante del consiglio, stravaccato sulla sua CADRÉGA al posto che accomodato più elegantemente.

    Signor Consiglio Comunale, si contenga!

    L’antropologo ha finito. Solo per ora.
    Ciao a tutti, un caro saluto a tutti i lonatesi.

    Con la Pace.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...