3 pensieri riguardo “Lonate Pozzolo, anno 2015”

  1. Complimenti ai Democratici Uniti per l’articolo su Il Lonatese. A proposito di Democratici Uniti, mi piacerebbe che ogni tanto conoscere il parere, ascoltare la voce, dei consiglieri di minoranza dei Democratici Uniti, nonché dei candidati alla lista e del gruppo tutto.
    Le firme che intervengono qui sono poche.

    Lo so, non tutti sono grafomani come me e, contrariamente da me che non so come fare a tirar sera, tutti hanno altri impegni, però…dico… ogni tanto, mica sempre.

    Il mio voto di Giugno ai Democratici Uniti non è certo morto con l’esito delle elezioni. Ho votato un programma che, se non sarà attuato come forza di maggioranza, è ora diventato la guida a un’opposizione costruttiva. E questo strumento è una bella occasione di dialogo e confronto con gli elettori. Nell’attesa che qualche elettore voglia provare l’ebbrezza del magico mondo chiamato…Consiglio Comunale.

    CIAO!

  2. Si ho letto sul Lonatese questo articolo ritenuto bellissimo, ed aspettavo l’occasione per ringraziare il gruppo e spronarlo per continuare a migliorare la vita a tutti i cittadini.

    Penso che tutti i Lonatesi dicono “io sono nato qui e voglio abitarci per sempre”,
    io posso dire “qui avrei voluto abitare per sempre”,
    invece per diversi motivi ho scelto di allontanarmi da MALPENSA e da interessi ECONOMICI,
    ed andare sotto un ombrellone piuttosto che un condominio di tredici piani.

    ciao

  3. Nella Lonate Pozzolo del 2015 ci sarà ancora via Molinelli e in fondo ci sarà ancora la rotonda. Oltre la rotonda, ci saranno ancora le due prostitute che metteranno l’amore, metteranno l’amore.
    Ecco, io spero che fra sei anni il cartello di divieto di prostituzione non ci sia più.
    Non si è riusciti a far rispettare l’ordinanza dell’anno scorso, strombazzata a nove colonne dalla Prealpina? Va bene, anzi…va male. http://www.lonatepozzolo-ferno.va.it/Unione/pubblicazioni/primopiano/ORDINANZA_182008.pdf
    Non è la prima volta e non sarà l’ultima. Non c’è destra e sinistra che tenga: l’Italia è un Paese che non ha la forza di far rispettare le sue leggi. Amen.
    Almeno, però, che si tolga il cartello. Le prostitute stazionano proprio davanti al cartello. Indisturbate. Il vero insulto non sono le due signore, ma quel divieto disatteso alle spalle. È lì che un Paese intero muore.
    Per favore, via almeno il cartello. Democratici Uniti, facciamo la mozione #13?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: